Sgominata gang di pedofili gay: prendevano bambini e li stupravano

Condividi!

Ora, in tante parti del mondo, non devono nemmeno più rapirli, possono direttamente adottarli. Oppure ordinarli su misura con l’utero in affitto e portarseli anche in Italia. Ma che società siamo diventati?

VERIFICA LA NOTIZIA

La polizia federale australiana (AFP) ha arrestato nove uomini in relazione a una rete di stupratori gay che segregava bambini, li violentava e poi diffondeva il tutto online.

Almeno 14 bambini sono stati salvati.

L’inchiesta è iniziata a febbraio dopo una soffiata dalle autorità statunitensi.

Due uomini sono stati arrestati giovedì a Kendall, nella costa centrale del New South Wales, e sono stati entrambi accusati di reati relativi al danno e allo sfruttamento dei bambini.

L’AFP afferma che la coppia faceva parte di una rete online che abusava bambini australiani e registrava i crimini da condividere con altri.

Kendall è la stessa città in cui il piccolo William Tyrrell è scomparso nel 2014.

Il nome del bambino rapito, al paragrafo 8, è la prima indicazione che si tratta di una banda di omosessuali.

I due uomini vivevano lì proprio durante la scomparsa.

L’assistente commissario Lesa Gale ha descritto l’inchiesta come l’anello di sfruttamento minorile più grande e “più orribile” finora scoperto in Australia.

Ha detto che l’inchiesta ha coinvolto dozzine di operatori specializzati che lavorano in tutto il paese e che hanno ottenuto decine di migliaia di immagini.

“L’operazione Arkstone ha scosso alcuni dei nostri ufficiali più esperti”, ha affermato l’assistente commissario Gale.

“Sono state presentate in totale 40 accuse, con tre uomini in prigione.

“Ci vuole una rete per interrompere una rete e, a tal fine, vogliamo ringraziare i nostri partner di polizia.

“Le vittime stanno diventando sempre più giovani [e] questo tipo di offesa sta diventando sempre più violenta e sfacciata”.

Altri cinque uomini sono stati arrestati nel Nuovo Galles del Sud, mentre gli altri due sono stati arrestati nel Queensland e nell’Australia occidentale.

L’assistente commissario Gale ha dichiarato che tutte le vittime erano bambini maschi, di età compresa tra i quattro e i sette anni.

A noi ricorda la loro vicenda, sempre in Australia:

Coppia gay adotta maschietto: stuprato e fatto stuprare in festini gay




5 pensieri su “Sgominata gang di pedofili gay: prendevano bambini e li stupravano”

  1. Ormai è fisso il mio appuntamento coi ragazzi valorosi di Vox Italiae populorum! Le notizie che la macro-casta coperta dal segreto sanitario Gestapo non dara’ mai!
    Beh in merito alla notizia n stupisce: LORO fan cosi….PIZZA-USCITA…..democRATS!

  2. Queste merde contronatura, aborti viventi frutto di chissà quale mistura di putredine innaturale, generata da esseri a loro volta immondi, devono andare in galera, ma non in isolamento come fanno da noi, devono metterli con i detenuti comuni, quelli sanno come “convertirli”, e per sempre…

  3. che gente porca troia!!!ma prima di affidare un bimbo a questi putrefatti che razza di accertamenti hanno fatto?chi li ha fatti e per quanto li hanno fatti,chi ha lasciato un bimbo nelle mani di questi e colpevole come se non piu di loro !!! ma scorticarli vivi sti personaggi noo e!!!con tante coppie meritevoli e che non riescono ad avere figli li danno a questi schifosi!

Lascia un commento