Digos visiona video manifestazione Salvini-Meloni per punire partecipanti: è regime – VIDEO

Condividi!

Siamo al regime. Ridicolo. Ma pur sempre un regime. Intimidiscono chi manifesta contro il governo.

«Leggo che la Digos starebbe visionando tutti i video della manifestazione che abbiamo fatto a Roma il 2 giugno; per mandare multe e sanzioni a chi ha partecipato». È inaccettabile. Commenta la leader di FdI: «Quando tutti eravamo in casa e non si poteva neanche partecipare ai funerali dei propri cari, ci sono state centinaia di persone che sono scese in piazza per manifestare il 25 aprile. Nessuna multa per loro».

Ma non è il solo episodio: «Nessuna multa quando hanno sfilato i centri sociali, nessuna multa quando decine di persone si assembravano da Conte… per inaugurare l’ultima campata del ponte di Genova. Le multe sono arrivate ai commercianti, rei di protestare contro il governo. E probabilmente arriveranno a noi, perché siamo scomodi al regime. E come tutti i regimi, anche questo pensa di poter utilizzare la polizia per intimorirci». Siamo all’assurdo. Non sui tratta di appartenenza politica, si tratta di un metodo antidemocratico un tanto al chilo. Si interroga la Meloni di fronte a questo scempio: « Lo chiedo a quelli che non la pensano come noi, ma mantengono un briciolo di onestà intellettuale: veramente è tutto normale»? La canea antisovranista aizzata da Repubblica con i suoi titoli allarmati contro la piazza di destra ha ottenuto il risultato sperato: mettere alla gogna una piazza, un popolo. Che chiedeva solo di dissentire, come si fa nei paesi liberi. Ma la piazza di destra è scomoda. Il regime diventa un regime di polizia: ma solo se in piazza ci sono meloni e Salvini. Quanto agli assembramenti a Piazza del Popolo, Giorgia Meloni era stata chiara all’indomani della manifestazione: «Sorprende che il coronavirus si diffonda solo nei casi di assembramento delle manifestazioni del centrodestra e non in eventi di altro genere».

Meloni. La vostra opposizione educata non serve a nulla, visto? Dobbiamo andarli a prendere.




3 pensieri su “Digos visiona video manifestazione Salvini-Meloni per punire partecipanti: è regime – VIDEO”

  1. La melona e salvini non sono indagati ma solo i poveracci che ascoltano le loro parole vuote. Tanto vale muoversi tutti insieme, in tutti i capoluoghi si devono fare manifestazioni contro il governo e se volano bastonate e cazzotti meglio ancora. Comunque qualche telefonata domani ci scappa, non è possibile rimanere indifferenti, troppe vergogne in questo periodo stanno prostrando la nostra gente. Mi è giunta voce oggi di comitati di quartieri totalmente assoggettati al potere comunale. Andrò io la prossima volta, anche se non abito lì, era già accaduto e lo rifarò. È l’ora di dire basta!

  2. D’accordo con Vox…un’opposizione educata meramente di facciata, con lo scopo di istituzionalizzare la proteste e nel contempo avvilirle e frustrarle con cinguettii che rivelano un’assoluta impotenza, facendo suggestivamente passare il messaggio che tutto sia ineluttabile. Sia Salvini che la Meloni sono intimiditi dal tirar fuori i coglioni, avendo paura della reazione dei media lamestream che non esiterebbero ad amplificare il tutto al grido di “Fascisti”, mentre i nazicomunisti dilagano indisturbati. Sia Salvini che la Meloni, devono la loro crescita ai social ed a questi si prostrano, ossequiando le loro (dei miliardari della Silicon) regole del gioco. Sia Salvini (che facendo la figura del coglione nel fidarsi di Zingaretti e Renzi, ha fatto cadere un governo, in cui comunque era meglio esserci, nella sicumera di elezioni anticipate) che la Meloni (ben inteso, meglio morire con al governo loro che agonizzare con un governo di zecche e di rottinculo) pensano solo alle centinaia di parlamentari in più (e ovviamente a come spartirseli) che avranno di certo dopo la prossima tornata elettorale. Tornando al punto e iniziando a muoversi con i fatti, i filmati degli assembramenti politicamente corretti sono in rete, li scarichiamo ed io, da avvocato, mi rendo disponibile a redigere, anche con le vostre firme, se inizierete a tirar davvero fuori gli attributi, una denuncia facile facile per omissione d’atti d’uffico per i distratti accertatori solerti ad intermittenza; aliud…la presenterò da solo e ve ne darò in ogni caso notizia. Perché Salvini e la Meloni, che sono zeppi al loro interno di validissimi colleghi, non lo hanno ancora fatto? Iniziamo a contarci con la denuncia e vediamo chi ha le palle e chi invece le ha lasciate sulla tastiera.

Lascia un commento