Truppe aviotrasportate a Washington: Trump dichiara guerra al deep state

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Sembra che Trump stia preparando qualcosa di grosso.

Un battaglione della Forza di risposta rapida della 82a divisione aviotrasportata è arrivato alla base aeronautica di Andrews nel Maryland lunedì sera. Sarà dispiegata a Washington.

Il battaglione IRF – che era schierato in Iraq all’inizio di quest’anno per reprimere la violenza sostenuta dall’Iran – ha dispiegato nella base circa 750 soldati, dieci elicotteri Black Hawk e quattro Chinook, secondo fonti. Gli elicotteri sono utilizzati per trasportare truppe a breve distanza e non sarebbero abilitati all’attacco.

Darebbero la possibilità di schierarsi rapidamente in una serie di posizioni nell’area metropolitana di Washington DC.

Altri due battaglioni IRF sono stati messi in stato di allerta a breve termine, il che significa che dovrebbero essere pronti a schierarsi entro due ore se ordinato.

E’ Trump contro il deep state.

Intanto Bush figlio, quello che ha scatenato guerre in mezzo mondo mentre invitava milioni di immigrati negli Usa, si è schierato con i ‘manifestanti’. I Clinton e i Bush erano e sono le marionette della stessa mano.




5 pensieri su “Truppe aviotrasportate a Washington: Trump dichiara guerra al deep state”

  1. Gli “All American” sono la Folgore degli americani. La “leggenda” vuole che da soli abbiano respinto 3 divisioni panzer delle Waffen SS durante la battaglia delle Ardenne. Io credo che i Tedeschi avessero finito la benzina.

    1. per quanto mi risulta, solo qualche ora fa’ mark Esper (defense secretary) si e’ smarcato da Trump dall’ipotesi di usare truppe regolrai per ripristinare ordine nelle citta’. Che esper sia doppiogiohista e faccia parte dei deep state? In ogni caso qualcosa si sta’ muovendo…

      1. Di Esper so solo qualche curiosità, tipo che era nell’esercito ed è cristiano maronita (questa è veramente strana). Posso supporre che sia collegato all’apparato industriale bellico in qualche modo, quindi in teoria potrebbe tranquillamente essere un esponente del “deep state”.

Lascia un commento