Myrta Merlino in ginocchio davanti ai suprematisti neri: dov’eri quando facevano a pezzi Pamela?

Condividi!

Su La7 nel programma “L’aria che tira”, nuova scena splatter della conduttrice Myrta Merlino, che si è inginocchiata per omaggiare i terroristi di BlackLivesMatter.

Solo noi, maliziosi, vediamo una perversione porno in queste immagini?

Avete mai visto questi bizzarri personaggi dello spettacolo manifestare per le ragazzine italiane fatte a pezzi dagli africani? Ora si bagnano tutte per la possibile morte per asfissia di un noto delinquente avvenuta dall’altra parte del mondo. Vi pare normale?




8 pensieri su “Myrta Merlino in ginocchio davanti ai suprematisti neri: dov’eri quando facevano a pezzi Pamela?”

  1. Non credo che il riferimento sia sessuale, qualcosa di peggio: prima di tagliargli la testa l’isis fa inginocchiare i prigionieri. È la resa incondizionata ad un popolo a cui si riconosce la supremazia, il potere di vita e di morte.
    Siamo alla follia pura, la più vigliacca che abbia mai visto in vita mia. Questi elementi sono pericolosi perché temo che non comprendano a fondo quello che fanno e i risvolti pericolosissimi che possono scatenare. Vanno internati subito.

  2. La differenza c’è uno stringe la bibbia, l’altro festeggia, una repubblica poco italiana, presto fatta da “nuovi italiani” che se non li fermiamo prima, faranno come in America e nord Europa.
    Francamente non credo che esista la supremazia bianca o nera, perché siamo tutti uguali, che il buonismo debba trapelare in tutti i discorsi, in tutte le trasmissioni e che dobbiamo inginocchiarsi in tutti i sensi a chi rivendica che i bianchi debbano essere estinti, in q il male assoluto del mondo, non ci sto.
    Ultima cosa, questa genuflessione è irreverent e è criminale, nei confronti di quei bianchi, ammazzati in quanto tali dai neri, a motivo di rivendicazione.
    Nemmeno io ho visto la “maga mirta melina” ad inginocchiarsi per Pamela, Desirée e tutte quelle violentate e o uccise per “mano nera”.
    Chissà perché chi stringe la bibbia o cita preghiere cristiane, od il rispetto della nostra civiltà italiana, viene bollato come razzista, mentre a chi pretende anche i cimiteri islamici, viene concesso tutto?
    Bergoglio, ristudia il catechismo, che la tua memoria si è arrugginita…..

      1. “Siamo tutti uguali un emerito cazzo”
        Magnifica sintesi.
        Purtroppo a chi ha retaggi di comunismo di un intero secolo è inutile cercare di spiegare il concetto. La “parità” è insita nelle cellule, saldamente avvinghiata al dna, se poi, come in questo caso, abbiamo a che fare con limitazioni gravi… allora stiamo freschi!

  3. Semplicemente vergognoso. Non ho parole.

    Non guardo mai “L’aria che tira” e questo episodio mi convince che faccio bene. Ma tutti i talk di La7 fanno schifo, e i conduttori sono tutti politicamente schierati a sinistra. Il più schifoso é “Piazzapulita”, col suo conduttore che vede fascismo, razzismo, ecc., ovunque.

    Un solo programma, “La Gabbia” di Paragone, era decente in quel canale, veramente libero e plurale, e non a caso é stato cancellato dal palinsesto.

  4. Cosa dicevo in questo puntuale e corroborante blog? Simply! Lockdown, dittatura sanitaria, abolizione contante, militarizzazione rete, censura web , monopoli informatici etc etc etc… Vabbeh ma quest se sapeve è la dolly di renzi! LaSetta di Zion …

Lascia un commento