Fase ad minchiam, Zingaretti: no ingresso in Lazio per chi ha febbre

Condividi!

Non potranno entrare nel Lazio, e non si potranno spostare sul territorio regionale, coloro che presentano sintomi “da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5 gradi che ai sensi del dpcm del 26 aprile 2020, devono rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante”. Lo prevede un’ordinanza firmata dal governatore Nicola Zingaretti.

Manderanno gli assistenti civici col termometro in mano?




Lascia un commento