I miliardari del Calcio si schierano con i teppisti antifà

Condividi!

Ricordiamo che questi teppisti in pantaloncini non hanno mai detto una parola per le ragazzine italiane ammazzate da clandestini. Ora si eccitano tutti per il presunto omicidio di un ex detenuto in America.

Caso Floyd, protesta il calcio italiano
Il calcio italiano si unisce all’ini-
ziativa #BlackOutTuesday,lanciata dagli
sportivi di tutto il mondo per prote-
stare contro la morte di George Floyd,
avvenuta nel corso di un arresto opera-
to dalla polizia di Minneapolis.

Post completamente neri sugli account
dei giocatori della Juve Dybala,Matuidi
Ramsey, Bernardeschi e Chiellini. Hanno
aderito al messaggio anche molti gioca-
tori dell’Inter:Candreva ed Eriksen,ol-
tre ad Asamoah e Moses. Stessa cosa per
il Milan che ha postato una foto nera
sul profilo twitter ufficiale del club.

Il Milan è in pratica un fondo speculativo, non sorprende. E non sorprende che personaggi dal QI sotto la media e in molti casi sessualmente ambigui si schierino con i teppisti antifà.

Speriamo vivamente in molti positivi così che il campionato non possa riprendere e molte società falliscano. Il calcio professionistico, come tutti gli sport professionistici, è la rappresentazione plastica di quanto la società moderna sia sbagliata.




4 pensieri su “I miliardari del Calcio si schierano con i teppisti antifà”

  1. Ogni reazione ha una spiegazione semplice: l’Inter con il suo padrone cinese non vede l’ora di fomentare ulteriormente come vendetta mentre il Milan ha un padrone direttamente ebreo e la Juve ha un padrone ebreo di rimbalzo. In ogni caso, gli sport professionistici andrebbero seriamente riformati per impedire prese di posizione politiche. Se la Roma fosse stata venduta a Friedkin avremmo avuto anche propaganda romanista a questo proposito.

  2. Le squadre di calcio dovrebbero fallire, come auspicato dalla redazione.
    Bisogna tornare al dilettantismo, i giocatori sono diventati palestrati dopati pieni di soldi e li vanno a prendere in ogni oscuro angolo del globo.
    Al contrario sarebbe cosa buona e giusta se ogni città dovesse limitarsi ad allevare il nucleo dei propri giocatori nel seno del proprio territorio, così come ora sono mercenari, niente di più.

Lascia un commento