Falsi poliziotti mettono in scena finto arresto razzista per scatenare rivolte in Francia

Condividi!

Tre falsi agenti di polizia sono stati arrestati e messi in custodia sabato scorso a Parigi. Vestiti con vere divise, stavano mettendo in scena un falso arresto di natura “razzista”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il regista e il cameraman sono stati portati alla stazione di polizia per essere interrogati. Quest’ultimo, che ha tra i 19 e i 26 anni, ha spiegato che lo scenario di questo arresto consisteva nel denunciare il presunto razzismo nella polizia nazionale francese.

L’intento, chiaro, era diffondere poi il video sui social e scatenare disordini stile americano.

Il motivo ce lo spiega l’intellettuale ebreo francese Zemmour:




2 pensieri su “Falsi poliziotti mettono in scena finto arresto razzista per scatenare rivolte in Francia”

  1. Probabilmente gli scontri sociali da noi e razziali dove ci sono più negri altro non sono che la fase due del coronavirus, emergenza inventata dai media posseduti da chi sappiamo noi. Adesso, visto che il coronavirus non spaventa più nesuno, si passa ala fase due, ossia agli scontri di piazza, con pretesti inventati. Da noi manca poco temo.

Lascia un commento