Sconto di pena ai Rom che hanno ucciso vecchina italiana sfondandole la testa

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
L’anno scorso, i rom hanno ucciso Anna Tomasino, a Roma. La vittima, di 89 anni, scoprì in casa due ladri della banda: la picchiarono a sangue, con violenti colpi alla testa. L’anziana, in agonia, morì il giorno dopo in ospedale.

89enne uccisa in casa: arrestati 5 Rom della Raggi

Oggi la Terza Corte d’Assise di Roma, presieduta da Paola Roja, ha sostanzialmente accolto le richieste del pm Edmondo De Gregorio. Sono quindi arrivate condanne per omicidio e rapina aggravata a 24 anni Miki Trajcovic e a 16 anni Darko Costic. Quest’ultimo, alcuni giorni dopo la morte dell’anziana donna, si consegnò ai carabinieri facendo i nomi degli altri membri della banda. Tutti abitavano nel famigerato campo nomadi di via Salviati.

Gli altri 3 rom, che durante la rapina fecero da palo aspettando in auto, hanno ricevuto condanne a 8 anni e 10 mesi, con uno sconto di pena per il rito abbreviato.

Due rom furono presi mentre cercavano di far perdere le loro tracce, uno a Torino e l’altro a Ventimiglia.

Vecchina uccisa dai Rom, Raggi diserta funerale: va in visita alla famiglia Rom

Anna finita dai Rom della Raggi mentre chiedeva aiuto




Lascia un commento