Preghiera islamica in basilica Santa Sofia per anniversario conquista ottomana di Costantinopoli

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Una preghiera islamica, la Sura della Conquista, verrà recitata questa sera a Santa Sofia a Istanbul per il 567/mo anniversario della conquista ottomana di Costantinopoli. Lo ha annunciato il presidente Recep Tayyip Erdogan, che seguirà in videoconferenza l’evento.

Santa Sofia, basilica cristiana, venne trasformata in moschea dopo la conquista islamica.

Per i dementi che pensano i luoghi e non le persone facciano le nazioni e le culture.




5 pensieri su “Preghiera islamica in basilica Santa Sofia per anniversario conquista ottomana di Costantinopoli”

  1. Si gloriano di una conquista militare divenuta definitiva. Noi invece ci copriamo il capo di cenere per le crociate che furono un tentativo di liberare terre conquistate, tentativo peraltro fallito.

  2. La caduta di Costantinopoli del 1453 fu responsabilità storica e morale della Chiesa di Roma. Al Papa di allora non sfiorò minimamente l’idea di sollecitare le Grandi potenze cristiane (Francia, Spagna e Sacro Romano Impero) ad aiutare i Bizantini a difendersi dall’aggressione turca. A supporto dei Bizantini ci andarono di loro iniziativa Genova, Venezia e la Sicilia, che essendo piccoli Stati non potevano arrestare l’avanzata turca. Grazie all’indifferenza del Papa di allora, oggi ci ritroviamo l’Anatolia essere Turchia, invece di appartenere alla Grecia.

    Lo scisma d’Oriente di quattro secoli prima non giustifica minimamente l’atteggiamento pontificio, e per quanto effettivamente cattolici e ortodossi hanno visioni dottrinali diverse, credono nello stesso Dio e nello stesso Messia, e in nome di questa fede comune il Papa doveva far intervenire le potenze cristiane.

  3. La storia si ripete… Con Bergoglio porte aperte ai mussulmani. Tra qualche decennio ricorderemo questo papa e questa politica di accoglienza e sottomissione all islam… Ci sarà poco da ridere.

Lascia un commento