Scontri etnici a Palermo tra italiani e africani: feriti e arresti

Condividi!

Tutto sarebbe nato quando un immigrato, guidando uno scooter a tutta velocità, avrebbe rischiato di colpire una donna palermitana mentre spingeva il bimbo di pochi mesi in carrozzina

Scontri etnici ieri sera nella piazza del quartiere popolare Ballarò, a Palermo.

VERIFICA LA NOTIZIA

A fronteggiarsi, poco dopo le 20, a colpi di coltelli, bastoni e cocci di bottiglie, due gruppi di circa 30 persone: uno di italiani residenti nel quartiere e l’altro di africani, soprattutto di nazionalità gambiana. I soliti spacciatori richiedenti asilo della Bellanova.

Sul posto sono intervenuti carabinieri, polizia e guardia di finanza che hanno riportato la calma. La zona è stata presidiata dai Carabinieri per tutta la notte, ma non ci sono stati altri episodi critici. Il bilancio è di 3 feriti, tra cui un minore, e di sei carabinieri contusi, con prognosi fino a 21 giorni. Due cittadini gambiani di 43 e 22 anni sono stati arrestati dai carabinieri.

I due arrestati sono stati portati nel carcere Pagliarelli mentre i carabinieri stanno procedendo all’identificazione degli altri partecipanti alla rissa grazie a diverse riprese video.

Solo un giovane di nazionalità gambiana è stato portato con un’ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale Civico. Nella rissa ha riportato diverse escoriazioni, un occhio gonfio e una ferita compatibile con un coltello o un taglio causato da una bottiglia di vetro rotta.

Ballarò, la denuncia della Lega –
“L’inferno scoppiato ieri sera a Ballarò, con l’intervento di decine di mezzi dei carabinieri e della polizia e il ferimento di un bambino palermitano, suona assolutamente intollerabile per una città che si dichiara civile come Palermo – commentano i consiglieri comunali della Lega Igor Gelarda, Elio Ficarra, Marianna Caronia e Alessandro Anello – A prescindere dai motivi che hanno scatenato la rissa tra palermitani e gambiani, non possiamo vedere ridotta la nostra città ad un far-West. La verità è che la situazione a Ballarò è complessa mentre l’amministrazione comunale, a parte qualche intervento spot e qualche taglio di nastro, non ha fatto assolutamente nulla in questo quartiere, se non sventolare una fantomatica integrazione che, come dimostrato dai fatti, è solo nella mente fantasiosa di qualcuno”.

“La realtà – proseguono i consiglieri – è che il quartiere, che ospita famiglie povere e disagiate palermitane e realtà altrettanto gravi di disagio di immigrati, rischia di diventare una bomba sociale nel cuore della città. Siamo sicuri che oggi il sindaco farà le sue dichiarazioni rituali, che ormai conosciamo a memoria, sul fatto che Ballarò e che tutta Palermo sono esempio di integrazione e di accoglienza. Finito il suo momento mediatico speriamo che il primo cittadino cominci anche a prendere coscienza della situazione reale e grave del quartiere”.

Benvenuti nel mondo post-coronavirus. La guerra razziale è appena cominciata.




7 pensieri su “Scontri etnici a Palermo tra italiani e africani: feriti e arresti”

    1. Però la mafia lo ha fatto votare, ed e’ sindaco da 16 anni.
      Ollando e’ quello che sedeva con i muslum ed e’ pappa e ciccia con i fratelli musulmani.
      Evidentemente i mafiosi ed i comunisti sono Ignoranti e non sono andati a scuola, la storia non tradisce mai ed e’ lì a dirci sempre che i fatti nell’arco di centinaia di anni si ripresentano, come questa invasione di afro muslim che pagheremo a caro prezzo anche i mafiosi se ne accorgeranno.

  1. I radical chic con casa in centro e stipendio assicurato stanno dalla parte dei più poveri, che per loro sono i migranti e, per certi volontari sono i bambini africani. Il vero proletario, e lo dico proprio in senso marxista compete per il proprio salario proprio con gli ultimi della terra. Ecco perché la bomba sociale scoppierà. Questo governo di ex disoccupati nullafacenti e scalatori di poltrone, radical chic dell ultima ora se ne accorgeranno quando la rabbia degli ultimi, italiani, esploderà

    1. I mafiosi dndranghetisti e camorristi se ne accorgeranno quando sarà troppo tardi. Hanno permesso l’invasione di feccia nigeriana et simili.. questi quando saranno gran numero prenderanno il sopravvento.
      Addio mafiosetti, I troppi soldi portano alla dannazione.

Lascia un commento