Aisha, Imam: “Sesso vietato con bimbe sotto i 9 anni” – VIDEO

Condividi!

A proposito di ‘Aisha’, il nome della sposa bambina di Maometto, scelto dalla convertita Silvia Romano, il pensiero islamico sul tema è chiaro.

VERIFICA LA NOTIZIA
Come spiega questo importante imam saudita, per l’Islam non esiste età minima per il matrimonio. Ma c’è un’età minima per consumare: 9 anni. Che è poi quella decisa da Maometto con Aisha.




6 pensieri su “Aisha, Imam: “Sesso vietato con bimbe sotto i 9 anni” – VIDEO”

  1. In Arabia Saudita la legge vieta i rapporti sessuali fuori dal matrimonio, però non pone alcuna restrizione di età qualora vengono consumati all’interno del matrimonio. Infatti é permesso ad esempio ad un 60enne di sposare una bambina di 8 anni e consumare rapporti con ella . Un abominio assoluto, perché si tratta di pedofilia permessa per legge.

    Ciò però non deve farci convincere che l’età del consenso prevista dalle legge italiana, che é 14 anni, sia giusta. Anzi, va elevata alla maggiore età, perché non si possono sentire storie e racconti di adolescenti che hanno rapporti completi.

  2. Esatto!!!!! Peccato che sia lo stile di vita per l’onorevole Boldrini, infatti su tutte le ragazze ammazzate, per questo o per le bambine violentate, da uomini, non ha mai proferito parole di sdegno. Chissà se un giorno diventasse nonna, sarebbe contenta che la nipotina di 10 anni fosse promessa sposa ad un sceicco od un uomo molto più grande di lei?

  3. Se ci sono miliardi di mussulmani che quindi aderiscono a questo abominio significa che ci sono miliardi di mostri da eliminare.Non é una religiona ma una immensa setta di pedofili e con quelli non parli, li combatti.

  4. Perchè dobbiamo coesistere con gente che ha questi presupposti?
    Mi sembra molto più ragionevole segregare rigorosamente le due comunità (la nostra e la loro) e poi ognuno fa quello che gli pare a casa sua. Segregare nel senso: loro stanno in Arabbia, Maghreb, ecc. noi in Europa e le due comunità non si contaminano.
    Penso che starebbero meglio innanzitutto loro.

Lascia un commento