A Silvia Romano piacciono gli imam dei terroristi e le pagine islamiche

Condividi!

Va monitorata con attenzione.

Un’estremista islamica da rimandare al mittente. Dal nuovo profilo Facebook di Silvia Romano, ora Aisha, ecco spuntare un ‘like’ di Zakir Naik, una di telepredicatore islamico estremista.

VERIFICA LA NOTIZIA

Indiano, 53 anni, è uno dei predicatori islamici più radicali e famosi al mondo e avrebbe riciclato 28 milioni di dollari incassati da fonti che vengono definite “sospette”. E con questo fiume di milioni, stando all’agenzia investigativa indiana per i crimini finanziari, Naik avrebbe acquistato l’edificio della scuola internazionale islamica a Chennai, di dieci appartamenti, due palazzi e relativi terreni a Pune e Mumbai (India). Inoltre, avrebbe dieci conti bancari a lui riconducibili.

Imam: “Augurare Buon Natale è peggio di uccidere”

Ma la cosa interessante, dal punto di vista dell’evoluzione islamica di ‘Aisha’, è che l’imam teorizza la “supremazia islamica”, che diffonde attraverso la Islamic Research Foundation e a Peace Tv, un canale televisivo che trasmette da Dubai e che conta 200 milioni di telespettatori sparsi in tutto il mondo. Compresa Aisha, a quanto pare.

Lui:

STRAGE DACCA: A ROMA UN PROFUGO FAN DEI TERRORISTI CHE SGOZZARONO ITALIANI

E un’attenta analisi del profilo Facebook di Silvia Romano ha mostrato come ben 16 dei 21 “like” cliccati dall’utente sono di matrice islamica, tra cui una pagina con contenuti estremisti e ben tre predicatori radicali e controversi. Presente anche l’ambito dell’islamismo politico attivo in Italia.

Per prima cosa è presente un “like” nei confronti della pagina “Siamo fieri di essere musulmani”; fin qui nulla di strano se non fosse per il fatto che in questa pagina il contenuto religioso è mescolato con pesante propaganda filo-turca e violenti attacchi verbali contro il presidente egiziano Abdelfattah al-Sisi, contro Israele, contro i reali sauditi e contro Bashar al-Assad. In altri like della Romano, compaiono Nouman Ali Khan, controverso predicatore accusato nel settembre del 2017 di molestie. Altra pagina che “piace” alla Romano è quella di Zakir Naik, apologeta del suprematismo islamista favorevole alle pene corporali nei confronti delle donne, ai rapporti sessuali con le “schiave” ed a cui è stato vietato l’ingresso in UK e Canada.

E’ una ragazza confusa.

Silvia Romano vela il profilo su Facebook: “Mi chiamo Aisha”




Un pensiero su “A Silvia Romano piacciono gli imam dei terroristi e le pagine islamiche”

Lascia un commento