Open Arms, senatrice grillina vota per Salvini: “Ho votato contro il processo. Minacciata da M5s”

Condividi!

Il governo continua a perdere senatori. Chissà come finirà con il ‘decreto rilancio’ in Senato, soprattutto con gli articoli sulla Sanatoria.

VERIFICA LA NOTIZIA
La Giunta per le immunità al Senato ha detto “no” all’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini, ‘accusato’ di avere “sequestrato” 164 clandestini a bordo della Open Arms.

Ha avuto dalla sua parte 13 voti che, contro i 7 a favore del rinvio a giudizio. Quindi ininfluente il non-voto dei 3 di Italia Viva di Matteo Renzi.

Tra chi ha sostenuto l’ex ministro dell’Interno anche Alessandra Riccardi, grillina: “Se il Movimento 5 stelle mi espellerà perché ho votato secondo quella che ritengo la giusta applicazione della legge mi assumerò le mie responsabilità. Io rispondo del mio voto”, ha detto.

La Riccardi – a suo dire – non ha fatto altro che seguire quanto già successo per il caso Diciotti, “anche qui – precisa – sussisteva l’azione di governo nel perseguimento della politica dei flussi migratori”.

“Ho subito molto pressioni dal M5s. Crimi mi ha detto che un voto in dissenso – spiega al Messaggero – avrebbe complicato la trattativa all’interno della maggioranza, ha molto insistito”. E qui arriva l’ammissione: “Mi sono sentita minacciata, ma con queste cose non funzionano”.




2 pensieri su “Open Arms, senatrice grillina vota per Salvini: “Ho votato contro il processo. Minacciata da M5s””

  1. Brava……. crimi ha paura di tornare a fare il cancelliere di tribunale e a scrivere sotto dettatura, il cancelliere quello fa, lo scriba!….. che fariseo!…crimi un altro po, tanto la vai a finire…comparti le tavolette di Hamurabi..che ti tocca da scrivere!

  2. Considerate che questa senatrice Riccardi è un avvocato pertanto dobbiamo immaginare che abbia espresso il suo voto a ragion veduta.
    Grazie comunque per non avere omologato la sua azione sulla base della chiamata del M5S.

Lascia un commento