Open Arms, parroco sta con Salvini: “Sacrosanto”

Condividi!

“Voto sacrosanto il no a processo contro Salvini”. Così Don Ermanno Caccia, parroco di Mortizzuolo, nel Modenese, commenta con entusiasmo la decisione della Giunta per l’immunità di rigettare la richiesta di autorizzazione a procedere contro l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso Open Arms. Richiesta, per altro, che già aveva bocciato lo stesso procuratore capo di Catania Zuccaro.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Giusto il no. – spiega – Non c’è dubbio che la responsabilità della decisione sia del governo. Certo, Salvini era ministro dell’Interno quindi se rinviano a giudizio il buon Matteo quanto meno lo si dovrebbe fare anche con il presidente del Consiglio che era a conoscenza dei fatti. Conte ha sempre detto che era lui il presidente del Consiglio e che nulla si muoveva senza il suo ok”.

“Al di là delle incongruenze di Matteo Renzi e del suo movimento (l’ultima si è vista la settimana scorsa con il ministro della giustizia Bonafede) mi sembra – osserva – tutto sommato che sia coerente. Anche Renzi poi è stramaledetto dai giudici e non mi sembra che la casta dei giudici in questo momento abbia grandi lezioni da impartire”.

Parroco invoca rivolta: “Incompetenti al governo. E’ ora di scendere in piazza”




Lascia un commento