Open Arms, M5s si spacca: governo affondato da Salvini

Condividi!

“Ho espresso la mia posizione in Giunta, che è la medesima di quando ero capogruppo” all’epoca del caso Diciotti, decisione “ratificata dagli iscritti su Rousseau. Questa è una vicenda anche più semplice, perché la Diciotti era una nave italiana, questa spagnola, quindi entrava in campo la legge della bandiera”, dice ai microfoni di ‘Un giorno da pecora’ il senatore ex M5S Mario Giarrusso, a proposito del voto espresso oggi in Giunta per le immunità sul caso Salvini-Open Arms.

“Anche la senatrice Riccardi (che ha votato in dissenso dal proprio gruppo, ndr) era stupita dalla posizione dei colleghi del Movimento”, osserva Giarrusso. A chi gli chiede se sia tentato di passare alla Lega, l’ex pentastellato risponde: “Sono tentato di tante cose, la Lega proprio mi manca… non ho nemmeno chiesto di entrare al gruppo Misto. Avevo chiesto al capogruppo di restare nel gruppo M5S in attesa del reclamo contro la mia espulsione. Io il Movimento sono tra quelli che l’hanno fondato”.

Ormai manca davvero poco, questo governo non ha più la maggioranza al Senato nemmeno con Renzi dentro.




2 pensieri su “Open Arms, M5s si spacca: governo affondato da Salvini”

  1. Far cadere il governo si, ma per cosa? Spero per cambiare politica sul coronavirus: come prima misura metterei il carcere per chi indossa la mascherina in pubblico. Poi obbligo di contrarre il virus, altro che aspettare il vaccino.

    1. Incredibile come non vi sia alcuna offerta politica valida per queste istanze, e ciò vuol dire solo una cosa: quelli che han capito davvero la questione, sono un numero talmente irrilevante da non spingere praticamente nessun movimento politico a fare proprie quelle istanze e quella narrativa. Chi ha capito Corona-chan conta politicamente meno di Renzi.

Lascia un commento