Altri 70 tunisini sbarcano a Lampedusa: è un assalto

Condividi!

Una settantina di tunisini, caricati a circa 10 miglia dall’isola da una motovedetta della Guardia di Finanza e già scaricati a Lampedusa.

Un vero e proprio assalto di tunisini. L’ennesimo sbarco da domenica:

Stamani imprenditori, commercianti e semplici cittadini hanno manifestato per chiedere misure efficaci e concrete di sostegno all’economia locale messa in ginocchio dalla crisi Covid-19 e dagli sbarchi. Inutile, il governo si interessa solo dei clandestini.

Sono praticamente tutti avanzi di galera:

Procura lancia allarme: “Barconi carichi di delinquenti tunisini”




8 pensieri su “Altri 70 tunisini sbarcano a Lampedusa: è un assalto”

  1. E’ scandaloso che questi passeggeri dalla Tunisia, ormai numerosissimi, siano obbligati a salire su pericolosi barchini per raggiungere le coste del sud. Ci sono decine di navi crociera ferme a causa della pandemia, perchè non usarle con orari regolari, precise tariffe e copertura assicurativa?

  2. Ah, popoli!Ogni tanto quasi ti scopri, come se un diavoletto facesse capolino…
    Non é che mentre scrivi frasette latte e miele stai vivisezionando dei profughi in qualche posticino isolato?
    Anche il dottor Lecter sapeva essere gentile…

  3. La cosa è grottesca perché in tempi non sospetti avevo predetto che sarebbero andati a prenderli con le navi da crociera. Molti leggendomi avranno alzato un sopracciglio. Dovevo fare l’indovina. Peccato!

Lascia un commento