Erdogan invia 10.100 terroristi islamici in Libia: emergenza barconi

Condividi!

Il conflitto militare in Libia sta assistendo a un’escalation sul fronte terrestre, aereo e marittimo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan avrebbe inviato finora in Libia ben 10.100 mercenari siriani, tra cui un gruppo non siriano, per sostenere le forze del Governo di accordo nazionale (Gna) del premier Fayez al Sarraj contro l’Esercito nazionale libico (Lna) del generale Khalifa Haftar. Veri e propri terroristi, reduci dalla guerra in Siria. Ad un barcone da noi.

A questi si aggiungono 3.400 reclute arrivate nei campi turchi per ricevere addestramento per recarsi in Libia entro il 10 giugno.

L’ultimo gruppo di combattenti siriani formato da 500 uomini è arrivato in Tripolitania nelle ultime 24 ore.

Per quanto riguarda la sponda di Bengasi, gli esperti delle Nazioni Unite stanno indagando sull’arrivo di contractor provenienti da Australia, Francia, Malta, Sudafrica, Regno Unito e Stati Uniti ingaggiati da compagnie con sede negli Emirati Arabi Uniti, paese che sostiene Haftar. Si tratterebbe, in particolare, di almeno sei elicotteri da combattimento introdotti clandestinamente in Libia dal Sudafrica e di due gommoni militari da Malta arrivati la scorsa estate.

E noi, ovviamente, stiamo con gli estremisti islamici. E a guardare.




2 pensieri su “Erdogan invia 10.100 terroristi islamici in Libia: emergenza barconi”

  1. Ora i tagliagole siriani e turcomanni sono disoccupati con la stabilizzazione della Siria, e costituiscono peraltro un elemento di disturbo che nessuno vuole tra le palle, certamente non Assad che ha bisogno di ricostruire il paese in pace. Quindi il loro capo gli trova altre occupazioni a vantaggio naturalmente dei suoi fini. Non sono diversi dalla Blackwater americana o dalla Wagner russa, risalendo indietro nel tempo le numerose compagnie mercenarie private che infestarono l’Europa e l’Italia nel Rinascimento e cominciare dalla famigerata compagnia catalana. Niente di nuovo quindi. Solo che i tagliagole turchici sono più violenti e meno efficienti, ma buoni come carne da cannone in contesti dove non c’è un esercito regolare che li possa spazzare via.

Lascia un commento