Ideona Fontana: puntare sul 5G, “deve arrivare ovunque”

Condividi!

Pare che Fontana non abbia capito.

Dopo l’emergenza coronavirus “dobbiamo guardare al futuro. Sicuramente un investimento su cui dobbiamo puntare è quello sul 5G, deve arrivare anche nei paesi più remoti. L’altro investimento è nella lotta alla burocrazia, alla quale purtroppo si sono affezionati, sembra strano dirlo, oltre ai funzionari, anche i cittadini. È assurdo che, quando si fa tutto bene e in fretta, dallo stanziamento delle risorse all’apertura di un cantiere debbano passare tre anni e mezzo. È incompatibile con il mondo del futuro. Era già incompatibile con il mondo di ieri, ma ora non è più accettabile”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana intervenendo all’evento ‘Italia 2021. È già domani’ organizzato da Pwc, dalla fondazione Costruiamo il futuro e dalla fondazione Scuola di politiche.




18 pensieri su “Ideona Fontana: puntare sul 5G, “deve arrivare ovunque””

  1. No, Fontana non ha capito ma neanche tutta la Lega ha capito la sfida politica di Corona-chan e ciò è quantomeno paradossale: un partito che ha avuto il merito di proporre un modello di devoluzione di poteri, decentramento, autonomia, affrancamento dallo Stato centrale corrotto fino al midollo e costituzionalmente viziati, nel momento più propizio per mettere in atto queste belle idee, si fa eclissare completamente dallo Stato centrale e dal finto libero mercato da questo appoggiato. Il tempo per capire sta scadendo, se non è già scaduto.

    1. RaHoWa, non credo più all’incompetenza e scemenza di Fontana e delle opposizioni in generale… non si può essere sprovveduti fino a quel livello. Da parte loro e di Fontana in particolare c’è proprio malafede.
      Fontana evidentemente è un uomo del deep state ed è in combutta coi cinesi. Già il fatto che siano medici cinesi i suoi “consigliori” la dice lunga (ricorderai questo articolo di Vox: https://voxnews.info/2020/03/19/lombardiafontana-troppa-gente-in-giro-me-lhanno-detto-i-cinesi/).
      Mi spiace, ma la Lega mi sa che ce la siamo giocata, non è più affidabile. E la Meloni è troppo legata a Berlusconi, filogovernativo, per fare un’opposizione credibile.
      Qui c’è bisogno di una tabula rasa di tutto. Secondo me una seria coalizione di movimenti di protesta in Italia è ciò che Trump sta aspettando per poter agire nel nostro territorio.
      Bisogna tornare all’Anno Zero, fare un governo provvisorio, azzerare magistratura ed istituzioni politiche attuali, rifare la legge elettorale e ripartire dalla Costituzione per ricostruire tutto.
      Sara Cunial con altri sta costruendo il movimento R2020. Il Generale Pappalardo sta organizzando per il 30 maggio ed il 2 giugno manifestazioni popolari.
      Le mascherine tricolore sono solo movimenti di categoria, quindi non hanno molte possibilità da sole, ma è auspicabile che tutti si aggreghino a qualsiasi forma di dissenso, protesta costruttiva e denuncia della violazione dei diritti.
      Ma, ripeto, Salvini in Verdini e Meloni in Berlusconi non sono capipopolo attendibili. Sono stati complici del lockdown.

  2. Capite perché ho scritto che la destraccia kosher è persino PEGGIORE dei delinquenti abusivamente al governo?… Ripeto: occorre, AL PIU’ PRESTO, un nuovo partito politico di gente pulita, competente e onesta. E NON masochista.

      1. “Soprattutto gente cosciente del Problema”… lo sanno tutti (figurati!… “Matteo” quale sia LA Questione l’ha appreso tanti anni fa da Savoini…), ma sono tutti, uno/a più dell’altro/a, falsoni e vigliacchi… anzi, se tu, come il bambino del Re nudo, dici esplicitamente quel che è sotto gli occhi di chiunque li abbia aperti, sono i primi a denunciarti, ‘sti infamoni!… E comunque: ci vuole veramente un intestino pietrificato per mandar giù e ammirare koshersalsicce luride come, solo per fare un esempio, il corrottissimo omicida DOC Netaniahu… del resto, dopo l’infinita convivenza col mafioso di Arcore, cos’altro ci si può aspettare?…

  3. Che ti aspetti da un dirigente politico, Fontana, che ha fatto di tutto perché l’Italia intera, e non solo la colpevole e appestata Lombardia, venissero chiuse. Maledetti bastardi, loro peggio di Conte e dei comunisti, spero che quelle fabbriche falliscano, schifosi.

  4. Forse l’errore è considerare la lega come un partito di destra. Il fatto che loro si classifichino tali non vuol dire che lo siano. Si sono allontanati un passetto alla volta 1miliardo di anni luce da tutti i valori che difendevano.
    L’errore è continuare a votare un nucleo che al suo interno ha uno come fontana, viscido leccaculo degli europeisti al potere.
    Dopo che il popolo che governava è stato spazzato via dai 5g lui vuole riprodurre il fenomeno in tutto il paese. Questa volta riusciranno a sterminarci. A meno cheee… no eh!?
    Vabbè.

    1. La forza della Lega era proprio il non essere tradizionalmente “di destra”, quindi con buone speranze di non essere distrutta dall’interno come è sempre successo alla Destra nazionale, e tu probabilmente ne sai più di chiunque altri qui. Purtroppo puoi essere di destra, di sinistra, di centro, di su, di giù, ma se non fai attenzione a focalizzare la Questione sei spacciato. Il povero Bossi, con tutti i suoi difetti, lo sapeva, e si è dovuto accontentare di morire politicamente pur di restare in vita tra evidenti difficoltà. All’estero vi sono alcuni esempi eclatanti di morti coscienti (Haider) e morti non-coscienti (Fortuyn): la difficoltà sta nell’operare a regola d’arte una volta presa coscienza della Questione, solo allora puoi avere qualche possibilità di farcela.

  5. Per la questione di essere “salvati” dall’america Luigi non sono d’accordo. Noi siamo un popolo con una storia importante alle spalle e pertanto una nazione che è uscita vittoriosa spesso da conflitti e vicessitudini di qualsiasi tipo. Non abbiamo propaggini come un’ameba, Trump può governare a casa sua, noi dobbiamo prendere le redini delle questioni che competono solo noi, principalmente per non diventare la colonia di nessuno e mantenere la nostra dignità. Se mai un aiuto dovesse arrivare da parte di una nazione vasta e potente lo accetterei da Putin. Approvato incondizionatamente i buoni rapporti che la lega cercava di tenere, anzi addirittura quando non era una realtà auspicavo che accadesse.

Lascia un commento