Bonafede, 500 boss scarcerati, ha l’ardire di commemorare Falcone – VIDEO

Condividi!

Sceneggiata di cattivo gusto da parte di chi ha permesso la scarcerazione di chi ha sciolto nell’acido un bambino e di altre centinaia di boss e migliaia di delinquenti. Penoso.

Le note del “Silenzio” in onore delle vittime della strage di Capaci, in cui perse la vita esattamente 28 anni fa il giudice Falcone. Davanti alla Scuola di Formazione della Polizia Penitenziaria a lui intitolata, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ricorda le vittime di quelle stragi mafiose, nell’omaggio commosso ai magistrati Falcone, Borsellino e Francesca Morvillo e agli agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Claudio Traina.

“In memoria di Giovanni Falcone, di sua moglie Francesca e degli uomini della sua scorta, che 28 anni fa vennero barbaramente assassinati. Una giornata sconvolgente che ancora turba coscienze e cuori di tutti gli Italiani”. Lo scrive Matteo Salvini su Facebook.

“Per non dimenticare mai il loro sacrificio, per onorare la vita degli eroi che l’hanno persa per la libertà di tutti noi, ogni giorno ci guidi un principio: lotta alla mafia, sempre e dovunque, con qualsiasi mezzo”, aggiunge il leader della Lega: “I mafiosi devono stare in galera, non uscirne come accaduto in queste settimane”.




2 pensieri su “Bonafede, 500 boss scarcerati, ha l’ardire di commemorare Falcone – VIDEO”

Lascia un commento