Aumentano i contagi: quasi raddoppiano in Lombardia, calano i morti

Condividi!

In Lombardia si è verificato un evento irripetibile nel resto d’Italia. IL virus ha avuto la possibilità di diffondersi sottotraccia prima che si sapesse della sua esistenza in Italia. Per questo è stato folle chiudere tutto il Paese.

Sono 119 i morti in Italia per Coronavirus nelle ultime 24 ore contro i 130 registrati ieri. Lo rende noto la Protezione Civile. Dall’inizio dell’emergenza le vittime sono 32.735.

I casi totali salgono a 229.327 con un aumento dei contagiati nelle ultime 24 ore di +669 contro +652 di ieri e +642 di due giorni fa. Si mantiene una crescita costante. Ma praticamente quasi del tutto dovuta alla Lombardia: +441, quasi un raddoppio rispetto al +291 di ieri.

Risale il rapporto tra positivi e tamponi giornalieri in Lombardia, che si porta a 2,6%. I guariti nelle ultime ventiquattro ore sono stati 688, i morti 56. Sono i dati dell’ultimo bollettino della Regione Lombardia.

Sono meno di duecento i malati di Covid ricoverati in terapia intensiva in Lombardia, precisamente 199, otto meno di ieri. Una soglia che l’assessore al Welfare Giulio Gallera considera “simbolica”. Un dato così basso non si aveva dal 4 marzo.

Raddoppiano, però, i nuovi contagiati. Sono 86.825 in tutto le persone contagiate (+441) con 17.191 tamponi effettuati in un giorno. In calo anche il numero dei ricoverati negli altri reparti, 4.026, due meno di ieri. Il numero dei decessi ha raggiunto i 15.840, di cui 56 in un giorno.

Con questi dati, non certo drammatici, il governo sicuramente troverà la scusa di non riaprire il flusso tra le regioni.




4 pensieri su “Aumentano i contagi: quasi raddoppiano in Lombardia, calano i morti”

  1. Il punto è che in assenza di morti e “intasamento di ospedali” (mai avvenuto a parte la terza settimana di marzo), il contagio può anche decuplicare in 24 ore… senza giustificare neanche una delle misure di contenimento idiote che permangono non si sa bene in base a cosa. L’epopea di Corona-chan sta per prendere la strada di sars, mers, aviaria e suina… Un fallimento colossale per BigPharma ma con una differenza: i media mainstream sono finiti, per sempre.

  2. “i media mainstream sono finiti, per sempre”… se intendi dire che hanno perso ogni residua credibilità hai senz’altro ragione… solo che la stessa cosa vale anche per quelli “non-mainstream” (Vox, Primato Nazionale, Imola Oggi et similia)

Lascia un commento