IMMIGRATI DEVASTANO TRAGHETTO QUARANTENA

Condividi!

La Moby Zazà, nave traghetto predisposta dal Governo per la quarantena dei migranti, si trova da diversi giorni di fronte le coste di Agrigento. Ieri un ragazzo di 28 anni è morto gettandosi in mare, dopo un gruppo tra i 120 rimasti a bordo ha preso gli estintori cominciando a fare fumo perché vogliono tornare a terra dopo che erano già sbarcati.




4 pensieri su “IMMIGRATI DEVASTANO TRAGHETTO QUARANTENA”

  1. Non l’avevate previsto un ammutinamento? Che strana gente i politici di sinistra, capaci di prevedere l’aumento del costo delle fragole, sviluppare le azioni di intervento per contrastare, ma incapaci di capire la situazione esplosiva potenziale per le quarantene farlocche in rada.

  2. Questi africani sono una gran rottura di coglioni, un costo improduttivo; vogliono portare in Europa la loro inciviltà e gravi tensioni sociali ingenerate dal fatto che loro stessi – al Paese loro – sono incapaci di coesistere con il prossimo.
    Accogliere questi sgradevoli scrocconi e significa accogliere soggetti problematici e farsi invadere da chi vuole disarticolare i già delicati equilibri sociali.
    Vanno rispediti al mittente escludendoli dal consesso civile.

Lascia un commento