A Bologna la legge non vale per le Sardine

Condividi!

“Reputiamo scandaloso che ancora una volta, a Bologna, le regole valgono, ma non per tutti. Temevamo che l’iniziativa delle Sardine promossa con il Comune il Bologna per tramite della Fondazione per l’Innovazione Urbana, si trasformasse in qualcosa di diverso. Infatti, puntualmente, è avvenuto”. Lo scrivono in una nota il deputato di Fratelli d’Italia Galeazzo Bignami, i consiglieri Marco Lisei, capogruppo FdI in Regione, Francesco Sassone, capogruppo in Consiglio comunale, e Stefano Cavedagna, portavoce nazionale Gioventu’ Nazionale. “Ancora una volta, infatti, è accaduto come all’evento in Piazza 8 Agosto. In quell’occasione vennero venduti gadget. Anche stavolta se ne sono fregati delle normative ed hanno effettuato vendita diretta. Prova ne sono i video che mostrano gli addetti incassare i soldi e vendere le piantine. Uno schiaffo a tutte le altre associazioni di beneficenza e a tutti i commercianti che seguono le regole imposte dall’emergenza”.




Vox

2 pensieri su “A Bologna la legge non vale per le Sardine”

Lascia un commento