Nave Marina Militare contrabbandava sigarette da Libia in Italia

Condividi!

Contrabbando su nave Marina, 6 indagati
Contrabbando di sigarette e di un far-
maco, il Cialis, a bordo di una nave
della Marina Militare. Sei gli indagati
dalla GdF di Brindisi,tra cui 5 milita-
ri della nave Caprera.Per 4 disposto
l’obbligo di firma,per uno i domicilia-
ri,per un altro la custodia in carcere.

L’indagine è partita dopo il sequestro
nel 2018 di 774 kg di sigarette a Brin-
disi. I prodotti sarebbero stati imbar-
cati a Tripoli e destinati a militari
di Taranto e cittadini.Tra i reati con-
testati anche peculato d’uso,istigazio-
ne a corruzione,corruzione e falso.

E’ bizzarro che si indaghi per il trasporto illegale di sigarette e non quando il governo ordina a queste stesse navi di portare in Italia clandestini. Cosa è più dannoso?




Un pensiero su “Nave Marina Militare contrabbandava sigarette da Libia in Italia”

  1. I colpevoli sono stati denunciati all’epoca dal comandante della nave in persona, tenente di vascello Oscar Altiero. Ne avevano parlato anche le Iene ai tempi. La cosa interessante è che si era anche detto che le sigarette erano appunto il compenso pattuito da alcuni scafisti per avere il permesso di passare verso l’Italia. Cosina da approfondire.

Lascia un commento