Papa Ratzinger, potente richiamo ai Valori: “Nozze gay e aborto come l’Anticristo”

Condividi!

“La società moderna è nel mezzo della formulazione di un credo anticristiano e se uno si oppone viene punito dalla società con la scomunica” secondo Benedetto XVI

Al centro il Papato di Giovanni Paolo II

Il VERO Papa Joseph Ratzinger parla di crisi della società contemporanea paragonando le nozze gay e l’aborto al “potere spirituale dell’Anticristo”.

La biografia, in cui emergono potenti lampi di pensiero anti-nichilista, scritta dal suo amico giornalista Peter Seewald, Ein Leben, in uscita domani e anticipata dalla bergogliana Repubblica (con il solito linciaggio mediatico) un forte richiamo all’ordine naturale delle cose.

“Cento anni fa – afferma Benedetto – tutti avrebbero considerato assurdo parlare di un matrimonio omosessuale”. Mentre oggi, dice, si è scomunicati dalla società se ci si oppone. E, scrive Repubblica, lo stesso vale per “l’aborto e la creazione di esseri umani in laboratorio”. E ancora: “La società moderna è nel mezzo della formulazione di un credo anticristiano e se uno si oppone viene punito dalla società con la scomunica. La paura di questo potere spirituale dell’Anticristo è più che naturale e ha bisogno dell’aiuto delle preghiere da parte della Chiesa universale per resistere”. Resistere, contrapporsi all’ideologia dominante. Il nucleo del pontificato di Benedetto ribadito in questa biografia, in cui Ratzinger mette in guardia Francesco: “La vera minaccia per la Chiesa e quindi per il ministero petrino risiede nella dittatura mondiale di ideologie apparentemente umanistiche, contraddicendo le quali si resta esclusi dal consenso sociale di fondo”. I lupi, insomma, non sono nascosti in Vaticano ma “nel trionfo della ideologia relativista, che tende ad escludere chi ha una concezione diversa da quella dominante”.




6 pensieri su “Papa Ratzinger, potente richiamo ai Valori: “Nozze gay e aborto come l’Anticristo””

  1. In realtà i lupi sono infiltrati in Vaticano, CVII docet. Sicuramente un Papa normale dice queste cose, non fa delle aperture o dice di sé stesso “chi ssono io per giudicare!?”. Usare l’espressione “nozze gay” vuol dire vilipendere quell’istituzione plurimillenaria che è il matrimonio, che può essere solo tra un uomo e una donna. L’aborto è un crimine quando viene usato come mezzo contraccettivo, cioè per non avere figli, ma la sua diffusione sarebbe auspicabile in Africa dove le popolazioni non conoscono l’ABC della contraccezione. Loro prolificano più di noi, ma poi glieli dobbiamo mantenere noi i figli. Non ci siamo.

  2. Ha ragione papà Benedetto XVl è per questo che lo hanno fatto dimettere, non potendo usare altri mezzi, poco legittimi, i suoi oppositori hanno giocato sui problemi dell’età avanzata, ma è una bugia. Secondo voi perché il cardinale Zuppi qui in Emilia è il beniamino delle varie associazioni gay? Perché a luglio quando c’è stata l’approvazione della legge contro l’omotransnegativita’, non ha proferito alcuna parola di sdegno. Questa legge che è sconosciuta anche alla maggior parte degli emiliani, di fatto legittima gli episodi di Bibbiano, utero in affitto e le persone omosessuali hanno una corsia preferenziale per quanto riguarda l’accesso al lavoro, al pari dei disabili. Si creeranno a partire dagli asili fino alle università, percorsi e studi su come plasmare la mente dei più piccoli e giovani ad accettare un comportamento anormale, in normale e ci si oppone c’è tanto di denuncia, fino al penale. La spiegazione è brutale ma per necessità di tempo e spazio ho dovuto essere sintetica il più possibile e fare emergere le cose più eclatanti. La cosa ancora più brutale è crescere i nostri figli con la consapevolezza di portarli alla distruzione in nome di idee folli.

Lascia un commento