Marocchina come il Governo: vendeva permessi falsi ai clandestini

Condividi!

Sanatoria fai da te.




6 pensieri su “Marocchina come il Governo: vendeva permessi falsi ai clandestini”

  1. Domani sono liberi, il fatto non costituisce reato, gli indagati causa lo stato sociale e l’indegenza costretti alla motivazione dei reati. Pertanto si condanna dal vista morale gli accusati, ma considerato lo stato di necessità non si ritiene di procedere in merito, salvo un monito di richiamo al rispetto delle leggi di merito
    Amen

  2. Ma questo é niente, quando arrivano i barboni con le pezze al culo dall’Africa subsahariana senza documenti, danno il nome di fantasia e lo stato gli dà una specie di passaporto senza fare domande. Li hanno persi , li avevano fino in Libia, poi hanno perso i documenti. Buffoni !

  3. i documenti non li hanno persi, ma, una volta sui barconi e in prossimità delle nostre coste, li buttano in mare! Questa gentaglia è tutta da rimandare indietro subito, trainando le loro barche sino alle acque della Tunisia, da dove partono, e poi mollarli

Lascia un commento