Italiani in cerca di cibo tra scarti e rifiuti: governo cerca navi di lusso per immigrati

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Dio mio, che Stato di merda. Come altro definire, una repubblica, in cui i buoni pasto vanno agli immigrati, addirittura anche clandestini, mentre gli italiani cercano il cibo nella spazzatura?

«Andiamo Rocco, è ora di rientrare». Rocco, disabile, obbedisce e segue l’anziana madre, che ha appena raccolto la frutta al mercato. Stanno rincasando, poi si fermano perché a terra c’è ancora del cibo commestibile. La donna si china e lo mette in borsa.

Questo accade a Torino. Italia. Nel 2020. Come, del resto, in tutte le città italiane. Mentre il governo produce circolari a raffica per cercare resort di lusso e navi con tutti i confort per i clandestini che sbarcano.

E allora, diteci se è o non è uno Stato di merda.

«A casa ho un altro figlio. Se non ci portassero i pacchi, resteremmo senza mangiare». E come loro tanti altri, in corso Racconigi. Mercato che a fine giornata diventa la strada dell’elemosina. Dove si incontra quell’esercito di indigenti, che cresce a dismisura da quando la pandemia è entrata di prepotenza nella nostra quotidianità.

A raccogliere il cibo nei bidoni o in mezzo alle cassette ammassate dai fruttivendoli sono italiani, in nove casi su dieci.

Come Antonino, che faceva il muratore per una cooperativa ma è senza lavoro da mesi. Sta frugando tra le mele cercando quelle più buone.

Gente che, magari, il mese scorso faceva la fila al banco dei pegni per mangiare. E ora ha finito anche quei pochi soldi. Gente che non viene aiutata. Perché gli aiuti finiscono ai fottuti immigrati clandestini.

Sì, è uno Stato di merda. Che dobbiamo riprenderci, con ogni mezzo, dagli abusivi che lo hanno occupano. In nome di chi, ogni giorno, vive con la paura che sia l’ultimo giorno. Con la fame nello stomaco e il terrore nel cuore.

Andiamo a prenderli.




Vox

2 pensieri su “Italiani in cerca di cibo tra scarti e rifiuti: governo cerca navi di lusso per immigrati”

  1. Metterei subito la crocetta vicino a VOTA FANTONAS.
    Purtroppo non solo gli stranieri hanno beneficiato dei bonus ma anche chi aveva più di 200.000 euro in contanti sul conto corrente. Ieri sera verso le 11,30..mezzanotte in un dibattito politico hanno mostrato il filmato di un bancario che mostrava i 600 euro finiti in conti anche da 500.000 euro ed il politico presente in studio, responsabile del sacrilegio, ammetteva le sue colpe spiegando che non c’era stato il tempo (!!!) di mettere un clausoletta che vietasse a chi aveva un isee superiore a tot di ricevere il bonus e, in caso di abuso, fosse passibile di una multa adeguata al crimine… no! Niente sanzioni per i vampiri.
    Vergogne prettamente italiane.

Lascia un commento