Immigrata spruzza acido in faccia a bambino: no arresto perché incinta

Condividi!
“Mussolini per mille anni”. Questo il testo dello striscione firmato dal movimento neofascista di Forza Nuova comparso la notte scorsa nel centro di Roma, a due passi dal Colosseo, per ricordare l’anniversario della morte del dittatore, 28 aprile 2019.
ANSA/FORZA NUOVA
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Nella lite tra due famiglie di egiziani, in un caseggiato di strada San Marco a Vigevano, ci sono andati di mezzo i bambini: un maschio di 9 anni e una femmina di 3, sui quali è andato a finire l’acido spruzzato da una vicina di 27 anni contro il padre dei piccoli. La donna è stata solo denunciata a piede libero per lesioni aggravate in quanto incinta. Ha utilizzato uno sgorgante per wc composto al 98 per cento di acido solforico e l’ha spruzzato contro il vicino del piano di sotto, un connazionale di 30 anni, che è riuscito a scansarsi. Dietro di lui c’erano i due figli raggiunti da schizzi al volto, al collo, alle braccia e alle gambe, riportando ustioni non estese ma anche di terzo grado.
L’episodio è avvenuto in un caseggiato alla periferia della città. Il 118 ha inviato un elicottero che avrebbe dovuto trasportare la bambina all’ospedale di Bergamo, ma il padre si è opposto e la piccola è stata condotta in ambulanza al Niguarda e il fratello all’ospedale di Vigevano. Nessuno è in pericolo di vita.

Mandiamo anche gli elicotteri per andarli a prendere. E si scelgono gli ospedali.

Ma, soprattutto, che ci fanno gli egiziani in Italia? E poi, perché, anche nel caso ci fosse bisogno di 10 lavoratori stranieri, si deve importare le loro 10 mogli e i loro 30 figli? E’ insensato.

Vieni a lavora e poi tornai a casa. Anche per dare opportunità a più persone di venire in Italia a lavorare e così diffondere la ricchezza.




4 pensieri su “Immigrata spruzza acido in faccia a bambino: no arresto perché incinta”

  1. Beh, garantito che quella non partorisce, l’egiziano la secca prima.Figuriamoci se non si vendica di una donna poi!Per un mussulmano é un’affronto mortale!Poi lui in galera e moglie e fivli a carico nostro…off course!!

  2. In città come Milano, Bologna e Torino, gli egiziani fanno i pizzaioli, e in queste città più di 1 pizzaiolo su 2 non é italiano (https://www.piueconomia.com/2016/08/12/i-pizzaioli-sono-sempre-piu-spesso-egiziani/). Assurdo, ma é cosi.

    La presenza di quasi centomila egiziani in Italia si spiega con il criminoso Decreto Flussi del 1998 introdotto dalla Turco-Napolitano, che ha inserito l’Egitto tra i 16 paesi privilegiati per l’ingresso di lavori non stagionali a tempo indeterminato. Poi il centrodestra andato al governo lo ha mantenuto, ne ha sanati decine di migliaia clandestini, e poi tutto il resto lo hanno fatto i ricongiungimenti familiari.

  3. Pizzaioli, parrucchieri, estetiste, falegnami, tappezzieri, imbianchini, restauratori, sarte, riparatori di piccoli elettrodomestici e orologiai. Ho imparato a fare tutti questi mestieri e ora non ho più bisogno di spendere, avere estranei in casa… li faccio da me, basta un po’ di buona volontà. Se tutti facessero così sta melma starebbe in egitto, non a casa nostra.

Lascia un commento