Coronavirus, le 3 ipotesi sulla genesi del virus: nascosto nel corpo umano

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Secondo gli ultimi studi sulla genesi della pandemia di coronavirus, c’è la possibilità che il virus sia arrivato all’uomo con il salto di specie e sia stato modulato da almeno tre passaggi animali.

Il primo e l’ultimo ospite sono sconosciuti.

Secondo il genetista Peter Forster della Cambridge University, il virus circolava in Cina da metà settembre, come confermato da uno studio dell’ Università Statale di Milano che fissa l’ inizio della circolazione in Cina al 23 ottobre. Mentre ufficialmente si parla del 17 novembre e riguarda un 55enne della provincia dello Hubei.

La versione ufficiale del mercato di Wuhan non convince più.

Lo studio parte da questa prima ipotesi legando la trasmissione ai banchi del mercato dove vengono tenuti animali selvatici in condizioni igieniche precarie.
Il dato resta incerto perché secondo uno studio cinese dei primi 41 casi di pazienti con gravi polmoniti solo 13 erano riconducibili al mercato di Wuhan.

La seconda ipotesi spiega l’ evoluzione pandemica di SarsCov2 a partire dal genoma umano. Una versione non aggressiva del virus può essere rimasta latente per anni in qualche zona del nostro organismo come avviene già per altri virus.

La terza ipotesi riconduce alla coltura in vitro dei coronavirus, poi fuggito dal laboratorio. Un dato accertato in Cina a partire dal 2013.




2 pensieri su “Coronavirus, le 3 ipotesi sulla genesi del virus: nascosto nel corpo umano”

  1. Che sia stato rilasciato in un mercato ci può stare, se dovessi fare un attentato cercherei un posto dove c’è molta gente e una piazza gremita con persone attente più alla merce che a chi li circonda è perfetto, oppure il solito coglioncello mentre lo maneggia in vitro. Ma scusate che differenza fa? Sempre dalla cina arriva eh. I tempi sono giusti…salvini ha l’ordine di abbandonare a ferragosto perché sanno che nel bordello della seta sono pronti, ultimi dettagli e parte l’olocausto del 50% della popolazione mondiale. Lo sapevano tutti i potenti, non credo nemmeno a Johnson impestato, perché era stato vaccinato come tutti gli altri ma se nessuno dei vips si fosse ammalato la percentuale nostra, altissima, avrebbe fatto insospettire.

  2. Una riflessione elementare -e non occorre una ”Laurea” con specializzazione in Virologia, semmai un minimo di Logica -che non si acquista né con lauree né con curricula superfetati, e certi ”esperti qualificati” ne sono ahimé la prova vivente.

    -Se la Cina, dopo una breve pausa ha riaperto *proprio quel genere di mercati*, pur nel quadro di una situazione che era ed è ancora di rigidissimo controllo e rispetto di norme precauzionali (con tutte le doverose riserve su ciò che da laggiù ci ”fanno sapere” n.b.) , evidentemente è perché SANNO che il problema NON parte da lì….
    -i Cinesi saranno (generalmente) infidi, poco empatici , mediamente più cinici degli europei ma di sicuro NON SONO CRETINI; semmai è vero il contrario.
    Sanno quello che fanno. Che magari è diverso da quello che lasciano trapelare , ma anche questo d’altronde fa parte di una strategia ”intelligente”.

Lascia un commento