Porta a spasso criceto, multato per violazione DPCM

Condividi!

Continuano ad arrivare notizie sulle multe più strane per divieto di mobilità causa coronavirus. L’ultima arriva dal modenese. “L’ho portato a prendere una boccata d’aria”: questa è stata la giustificazione di un uomo che ieri pomeriggio, in un parco cittadino a Carpi è stato fermato dai carabinieri dopo essere stato sorpreso a passeggiare con un criceto rinchiuso in una gabbietta.

“Ha bisogno di distrarsi, è diventato irascibile a stare in casa”, ha poi aggiunto, ma la ‘giustificazione’ non è stata ritenuta sufficiente e l’uomo è stato multato sia per aver violato il divieto di mobilità, sia per essere entrato all’interno di un parco, il cui accesso è stato inibito da apposita ordinanza comunale.

La prossima volta porta a spasso un immigrato, non ti multeranno. Se poi è clandestino, potrai anche regolarizzarlo, dicendo che è necessario all’economia.




3 pensieri su “Porta a spasso criceto, multato per violazione DPCM”

  1. Tanto vale andare avanti e indietro con un sacchetto della spazzatura. Fermato nel tragitto inverso dal bidone a casa, avrebbe potuto dire che si era affezionato ed era dura lasciarla andare! Ci può stare perché io per esempio non esco tutti i giorni e un po’ di rammarico nell’abbandono c’è.
    conte che ti venga un cancher!

  2. Voi ci scherzate… Io sto dando qualche spiccio ad alcuni negri, proprio briciole, ma vorrei pagarli per un lavoro che mi renderebbe famoso nel mondo. Voglio essere portato al supermercato trasportato su unaxlettiga, come fossi un faraone. Io pensavo di dargli 10 euro per uno, fanno 40 euro, appena finisce la quarantena lo faccio.

    1. Ma la lettiga è una barella, forse una portantina con poltrona e tendine tipo quella dei principi indiani. Oppure quelle in stile rococò chiuse. Io opterei per il modello più sobrio e lineare fine 700′ è il periodo storico che prediligo. Sai che ne volevo costruire una nera e oro? Pensavo di metterla in un angolo per usarla come pensatoio e per leggere, con tanto di luci laterali in ottone e sotto la seduta una piccola stufa ad aria calda. Non ci vuole molto, è facile però la cura dei particolari è importante.

Lascia un commento