Terremoto nella zona colpita dal coronavirus

Condividi!

Scossa di terremoto a Piacenza: il sisma si è verificato alle 11:42 di giovedì mattina, ed è stata avvertita in diverse parti dell’Emilia Romagna e della Lombardia, inclusa Milano, fino alla Liguria, con segnalazioni anche da Genova. L’Ingi – Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia – sul suo sito stima la magnitudo tra 3.9 e 4.4 (poi confermata a 4.2) e individua l’epicentro 6 km a sud-est di Cerignale, nella provincia piacentina.

Si tratta del secondo sisma in poche ore: intorno alle 22, un’altra scossa di magnitudo 3,5 registrata fra Piacenza e Parma, ma avvertito distintamente in tutta la zona appenninica delle due province emiliane. “Al momento non abbiamo segnalazioni di danni. Stiamo facendo tutte le verifiche”. Dice Rita Nicolini, direttrice dell’agenzia regionale di Protezione civile nell’Emilia-Romagna. “Breve, ma piuttosto intensa”, dice Nicolini che è in contatto con i tecnici. La scossa è stata registrata a una profondità di 3 km.




4 pensieri su “Terremoto nella zona colpita dal coronavirus”

Lascia un commento