IMMIGRATI ASSALTANO BUS A COLPI DI PIETRE E BOTTIGLIE: TERRORE A BORDO

Vox
Condividi!

Ennesima violenza degli immigrati nell’area domizia, quella di Castel Volturno.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sono stati momenti di paura quelli che vissuti ieri sera a Lago Patria. Un bus che da Napoli conduce al litorale domizio è stato infatti preso di mira da gruppi di immigrati ed è finito sotto una pioggia di pietre.

Vox

Il mezzo diretto a Mondragone, per le disposizioni emanate per fronteggiare l’emergenza coronavirus, era già pieno e non avrebbe potuto accogliere altri passeggeri. L’autista, una volta giunto nei pressi della fermata, ha dunque soltanto rallentato la marcia ma non ha aperto le porte vedendo che ad attendere c’era una decina di extracomunitari pronti a salire. Decisione buona e giusta.

A quel punto è iniziato un lancio di bottiglie di vetro e pietre che hanno colpito, mandandolo in mille pezzi, il finestrino posteriore del mezzo. L’autista ha così continuato la corsa fino al capolinea e poi è rientrato al deposito dove l’autobus sarebbe poi stato riparato. La Ctp ha denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine mentre i responsabili dell’atto vandalico hanno fatto perdere le loro tracce. Sull’episodio è stata aperta un’indagine.




3 pensieri su “IMMIGRATI ASSALTANO BUS A COLPI DI PIETRE E BOTTIGLIE: TERRORE A BORDO”

I commenti sono chiusi.