Rom lo aggrediscono: lui è un campione di arti marziali e li gonfia di botte

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Tre zingari a Milano hanno aggredito un uomo, di notte, che stava accendendosi in sigaro prima di tornare a casa. Ma hanno scelto male la vittima. L’uomo era Bruno Danovaro, campione imbattuto di arti marziali.

Così gli zingari sono finiti all’ospedale.

“Mi hanno chiesto il portafoglio e ho reagito d’istinto. Sono molto dispiaciuto per quanto successo, ma mi hanno aggredito loro per primi. Spero che stiano bene e che quanto successo possa essere un esempio per tutti i malintenzionati”, ha detto il campione, ovviamente dispiaciuto per la sopravvivenza dei rom.

Bruno Danovaro ha sostenuto 112 incontri risultando sempre vincente: 113 con l’ultimo. “Ma il mio record più grande – ci dice – è oggi quello di portare aiuti alimentari alle famiglie milanesi che hanno bisogno e il mettermi a disposizione come volontario della Croce Rossa di questa città.”

Saresti molto più utile negli sgomberi, Bruno.




7 pensieri su “Rom lo aggrediscono: lui è un campione di arti marziali e li gonfia di botte”

  1. Atleta dell’anno!!!!!

    3 contro 1 vigliacchi!,,,,,,

    È capitato anche a me, piccola discussione fra macchine, manovra degli zingari di traverso davanti alla mia macchina, scesi in due, sceso anch’io, quando mi ha visto, mi ha detto non mi fai paura, io 1,94 98 kg atleta, ha preso il cric della macchina e mi ha aggredito cercando di colpirmi, con le mie leve gli ho fermato il braccio, nella concitazione glielo ho rifilato in testa, ha iniziato copiosamente a sanguinare e fine aggressione, il suo amico vigliacco non ha mosso un dito. Alla mia richiesta se aveva qualcosa da dire, ha preso il suo amico e se ne è andato. Se lo avessi lasciato fare col cric mi avrebbe sicuramente rotto la testa.
    Una storia fra le tante quando i prepotenti trovano quello del formaggio. Ponte Palermo Bolzano
    Un saluto a tutti
    Eng

Lascia un commento