Nonno si uccide:”Non riesco a vedere il mio nipotino. Non ha più senso vivere così”, è il 3°

Condividi!

“Non riesco a vedere il mio nipotino. Non ha più senso vivere così”.
In poche parole, scritte su un biglietto, è racchiuso l’addio di un anziano savonese, che dopo tanti giorni di quarantena si è ucciso buttandosi da una finestra di casa. Un gesto estremo che potrebbe non essere isolato. Nei giorni scorsi altri due anziani savonesi si sono tolti la vita, pare fiaccati dall’ obbligo di restare chiusi in casa, senza la possibilità di scambiare due parole con gli amici alla bocciofila o fare una partita a carte.

Andate a fanculo invasati del coronavirus.

Nei giorni scorsi altri due anziani savonesi si sono tolti la vita, pare fiaccati dall’ obbligo di restare chiusi in casa, senza la possibilità di scambiare due parole con gli amici alla bocciofila o fare una partita a carte.

E’ tempo di diffondere mascherine e liberare i prigionieri. Del resto, ognuno è responsabile di se stesso. E visto che gli anziani sono i più minacciati, se preferiscono rischiare che vivere l’ultima parte della vita come reclusi, sarà un loro diritto?




3 pensieri su “Nonno si uccide:”Non riesco a vedere il mio nipotino. Non ha più senso vivere così”, è il 3°”

  1. Appena la gente farà l’equazione “non posso uscire e ho perso il lavoro per salvaguardare i vecchi” l’odio per i vecchi raggiungerà il parossismo. Si suicideranno per senso di colpa perché questo stanno vendendo al popolo, viviamo come carcerati sennò non o more.

    1. Mi nonna aveva un caratterino peperino ed era anche spiritosa.
      Un giorno, mentre scendeva dal treno, un “signore” dietro le fece premura e lei gli rispose in genovese “e giustú nu chinnu!!!” che vuol dire “e giusto non scendo!!!” poi ci rideva su con autoironia.
      Questo per dire che le ripicche autolesioniste non portano a nulla.

  2. Veramente nell’equazione devi togliere i vecchi e metterci che se perdi il lavoro, se sei murato vivo, lo devi ad una manica di COMUNISTI BASTARDI che dell’antirazzismo e del leccaculismo hanno fatto l’arma che distrugge il paese.

Lascia un commento