Immigrato prende a sputi militari: “Non pago il taxi”

Condividi!

Il magrebino ha chiamato un taxi per fare ritorno da Milano verso la sua abitazione di Peschiera. Una volta arrivato, nonostante la tariffa già pattuita, si è rifiutato di pagare.

VERIFICA LA NOTIZIA

All’arrivo degli uomini della polizia locale di Peschiera, seguiti poco dopo dai carabinieri della locale stazione, il marocchino ha dato in escandescenze, uscendo come una furia dall’auto e, dopo essersi liberato della mascherina che aveva sul volto, iniziando a sputare contro gli agenti. Insultati pesantemente.

Non solo: per tenere a distanza gli uomini delle forze dell’ordine ha preso a scagliare una serie di oggetti in loro direzione, rendendo quasi impossibili le operazioni di fermo.

Alla fine carabinieri e vigili sono riusciti ad avere la meglio sull’immigrato, e lo hanno trasportato – non senza difficoltà – in caserma per le consuete operazioni di identificazione ed incriminazione. Completamente fuori di sé, si è reso necessario l’intervento dei sanitari del 118 per una sedazione.




3 pensieri su “Immigrato prende a sputi militari: “Non pago il taxi””

Lascia un commento