Parto prematuro mamma positiva, è grave: bimbo vive

Condividi!

Pensare che sarebbe bastato tenere in quarantena i cinesi.

Una 40enne italiana, positiva al coronavirus, è ricoverata in Rianimazione all’ospedale materno infantile Salesi di Ancona dopo aver partorito, ieri, un bambino prematuro di sette mesi. La donna aveva accusato dei disturbi durante la gravidanza con un aggravio del quadro clinico nella giornata di ieri proprio nella giornata di ieri. Il personale sanitario ha organizzato subito il parto cesareo. Il bimbo ha “condizioni cliniche soddisfacenti – dice il primario della Rianimazione pediatrica Alessandro Simonini -, compatibilmente con la prematurità, respira autonomamente con minimo supporto non invasivo, come spesso avviene nei neonati”. La mamma ha una importante sintomatologia respiratoria ed è in prognosi riservata. Il neonato è ricoverato in isolamento sempre in Rianimazione. E’ stato sottoposto oggi al tampone per vedere se anche lui è stato contagiato. Il test verrà però ripetuto quando avrà tra il quinto e il decimo giorno di vita, come prevede la procedura, per una maggiore precisione del risultato.

Forza bimbo, siamo tutti con te. E con la mamma.




Vox

Lascia un commento