Coronavirus, immigrati sfasciano tutto: italiani costretti a pulire – VIDEO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Continuano gli assembramenti, i mercatini e le risse tra stranieri nelle vie del quartiere del Vasto a Napoli, nonostante i ripetuti appelli da parte dei residenti e l’arrivo dell’esercito a pattugliare il territorio.

Ieri, un gruppo di extracomunitari si è riunito attorno ad alcuni cassonetti per saccheggiarli di vestiti da piazzare poi nel cosiddetto mercatino della monnezza, che non ha mai effettivamente chiuso i battenti neppure in questo periodo di drammatica emergenza.

Pensate: voi chiusi in casa, e questi rivendono spazzatura. Pensate che igiene. Pensate quanto ci servono gli immigrati.

Dopo il loro blitz, strada e marciapiedi si sono riempiti di spazzatura che hann o ritenuto inadatta ad essere rivenduta.

Stando a quanto riferito dai testimoni, ad un certo punto la situazione sarebbe degenerata per il sopraggiungere di un nordafricano, personaggio noto in quartiere per essere spesso e volentieri ubriaco fradicio nonchè protagonista di molestie ed episodi di violenza. Il magrebino ha iniziato a provocare ripetutamente gli africani alla ricerca di merce da rivendere, insultandoli e spintonandoli nel tentativo di provocare uno scontro. Alla vista di quella scena numerosi residenti, affacciati ai balconi perchè richiamati dalle grida dei trasgressori per strada, hanno richiamato all’ordine gli stranieri dicendo loro di allontanarsi e tornare a casa. Tutto inutile, dato che gli extracomunitari hanno continuato a fare ciò che volevano, e questo anche durante il passaggio di una camionetta dell’esercito, che ha tirato dritto senza fermarsi per disperdere i facinorosi del Vasto.

Lo scontro si è poi concretizzato in piazza Principe Umberto, dove è nata una furiosa rissa. “Se le sono date di santa ragione dopo quasi un’ora passata a provocarsi e a insultarsi a vicenda”, racconta uno dei residenti come riportato da “Il Mattino”. “Siamo esasperati da questa situazione che va avanti nonostante i controlli e che sembra sfuggita completamente a chi dovrebbe far rispettare l’ordine. Stiamo facendo di tutto per evitare di uscire di casa, per rispettare le leggi e per salvaguardare la nostra salute e quella dei nostri vicini, per questo non riusciamo a capire come possano esserci sacche di strafottenza tra chi vive in questo quartiere e che, evidentemente, si sente un intoccabile al di sopra della legge”, conclude.

Dopo un’ora, in via Firenze, gli uomini di Asia devono ripulire i rifiuti accumulati per terra dopo l’accurata cernita dei “commercianti” extracomunitari.

Lavoro extra per gli uomini di Asìa che, intervenuti sul posto un’ora dopo, hanno dovuto faticare parecchio per rimettere in sesto la strada. Problemi analoghi a quelli segnalati al Vasto si registrano anche nella zona di porta Nolana dove, secondo i cittadini, specie nelle ore serali e notturne prospera il mercato della droga ad opera di pusher quasi tutti di origine africana.

Gli immigrati sporcano, gli italiani puliscono. Continuate a restare a casa, e a protestare dai balconi.




2 pensieri su “Coronavirus, immigrati sfasciano tutto: italiani costretti a pulire – VIDEO”

  1. Chiamate le sardine, i percepitori del reddito di cittadinanza, gli altri ospiti ingrati degli hotel, la boldrini, bonino e carola rackete. Quest’ultima carica tutto su una nave e li porterà nei termovalorizzatori tedeschi. Non è la prima volta che l’Italia manda i suoi rifiuti da smaltire in Germania, per una volta sarebbe una cosa utile alla nazione.

Lascia un commento