Coronavirus, i ‘cinesi’ vogliono commissariare la Regione Lombardia

Condividi!

Commissariare la Lombardia. È la vergognosa provocazione che arriva dalle colonne del Fatto Quotidiano diretto da Marco Travaglio. La Regione è stata accusata di essere colpevole di una strage da coronavirus nelle case da riposo, ma l’assessore Giulio Gallera si è difeso carte alla mano per testimoniare la bontà dell’operato. Una difesa che evidentemente non ha convinto il Fatto: “Gli anziani morti in Lombardia sono molti di più di quelli indicati dai numeri – scrive Franco Arminio – si tratta solo di capire bene l’entità di questo massacro. In quella regione c’è una grande forza economica e morale, ma è innegabile che c’è, e non da oggi, una classe politica molto discutibile. Non sarebbe una follia pensare che forse la Regione Lombardia andrebbe commissariata – è la provocazione del noto paesologo – e questo per difendere meglio il bellissimo popolo lombardo”.

Allora. Qui, Fontana, lo abbiamo perculato per diverso tempo dopo la sua improvvida abbuffata di lavioli. Ma lui e gli altri governatori leghisti avevano chiesto la quarantena per i cinesi quando Conte e suoi ministri, Zingaretti e i sindaci del PD parlavano di fascioleghismo e organizzavano aperitivi e abbuffate di involtini.

Qui, se c’è da commissariare qualcuno, è il governo. Se c’è un responsabile dei morti, e c’è, questi sono Conte e compagnia.

Tra l’altro, Fontana ha stravinto le elezioni, Conte non l’ha mai eletto nessuno.

E vogliamo parlare del Fatto e dei suoi collaboratori? L’epidemia già era in corso e sostenevano l’apertura delle frontiere ai cinesi.

Comunque, questo accade, Salvini, quando non sbrani il governo responsabile della Strage di Stato, cadendo nel tranello di Mattarella della ‘solidarietà nazionale’: non esiste.




Vox

3 pensieri su “Coronavirus, i ‘cinesi’ vogliono commissariare la Regione Lombardia”

  1. La Lega è ottima ad amministrare e discreta nel fare opposizione in condizioni “ordinarie”: non viviamo più in tempi ordinari, ragion per cui la Lega non può più essere il soggetto politico di riferimento per chi vuole vivere in una nazione degna di rispetto.

Lascia un commento