Aiuti Coronavirus, per Comuni Lega vale la regola del “Prima gli Italiani”: sinistra protesta

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Emergenza coronavirus, per i Comuni sovranisti vale la regola del “prima gli italiani”. Anzi: del “solo gli italiani”. Ovviamente, le varie a$$ociazioni che sull’immigrazione lucrano, tutte finanziate da Soros, protestano.

I Comuni stanno decidendo sui criteri di ripartizione dei primi scarni stanziamenti deliberati dal governo (ordinanza n.658 del 29-3-2020), per incrementare il fondo di solidarietà comunale e contrastare le situazioni di bisogno createsi a seguito dell’emergenza coronavirus.

Già diversi Comuni, essenzialmente quelli guidati dalla Lega come Ferrara, hanno deliberato escludendo tutti gli stranieri o, in altri casi, ammettendo al beneficio solo gli stranieri titolari di un permesso di soggiorno a tempo indeterminato. Come è logico che sia: siamo in Italia, e si aiutano prima gli italiani. Poi, se avanza, si aiutano gli altri. Che, però, andrebbero subito dopo rimpatriati, visto che non si capisce cosa ci stia a fare un immigrato in Italia se non può mantenersi.

Anche perché, come sappiamo, già oggi gli immigrati si pappano la maggioranza se non tutto il welfare. Case popolari, sussidi e bonus vari.

A protestare il fantomatico rischio di «discriminazioni nell’erogazione degli aiuti per l’emergenza» è un gruppo di Associazioni che va dagli “Italiani senza cittadinanza” alla Caritas, dalla Cgil all’Asgi, dall’Arci ad Action Aid: «Gli interventi straordinari devono essere rivolti a tutti coloro che hanno subito gli effetti dell’emergenza, indipendentemente dalla nazionalità, dal titolo di soggiorno, dalla durata della permanenza precedente sul territorio».

Andate a cagare. La pacchia è finita per le associazioni che parassitano le società occidentali. Se una cosa positiva porterà Corona-Chan, tra tante tragedie, è mettere a nudo ciò che conta davvero. Quando le risorse diminuiscono, i parassiti muoiono.




2 pensieri su “Aiuti Coronavirus, per Comuni Lega vale la regola del “Prima gli Italiani”: sinistra protesta”

Lascia un commento