Stranieri vogliono comprarsi l’Italia con lo sconto: risposta da brividi – VIDEO

Condividi!

Siamo un grande popolo con un piccolo governo e un nugolo di traditori interni.




5 pensieri su “Stranieri vogliono comprarsi l’Italia con lo sconto: risposta da brividi – VIDEO”

  1. Il mercato immobiliare quando tutto finirà subirà un profondo cambiamento. Molti riterranno opportuno comprare una seconda casa e la vorranno più isolata possibile, ritenendo che è meglio affrontare l’eventuare rischio di un ladro occasionale da prendere a fucilate, piuttosto che un nemico intangibile ed evanescente. Gli appartamenti più grandi andranno a ruba e si scarterà quello claustrofobico che molti hanno dovuto subire durante la quarantena. Perché ricordiamoci che quando si compra una casa, lo si fa in base alle caratteristiche di quella precedente e la nuova deve essere diametralmente opposta. Tutto questo fermento farà lievitare inevitabilmente i prezzi.

  2. Io invece credo che il mercato immobiliare crollerà a picco. Conseguenza della crisi economico e scarsa liquidità che ne avranno le famiglia che invece dovranno rinunciare in primis proprio alle seconde e terze case.
    Certo alcuni si convertiranno dall’appartamento alla casa di campagna, ma per scegliere quest’ultima serve un reddito nelle vicinanze, ammesso di avere un lavoro, spostarsi per stradine facendo 50 km andata ed altrettanti al ritorno lo trovo poco pratico e in pochi sono e saranno disponibili a farli.

  3. Settimana di quarantena – Hearts of Iron IV, Paradox, 2016 – strategia

    “See the Reich in flame, try to save Berlin in vain…”
    Ma a noi dei crucchi non interessa niente, perchè abbiamo la possibilità di giocare fin da subito con il soggetto che preferiamo, ovvero la stupenda e scalcinata Italia.
    Come nel caso di Crusader Kings siamo di fronte ad un gioco basato sul famigerato motore “Clausewitz”, anima e cuore di tutti i giochi Paradox da parecchi anni a questa parte. Diversamente da CK qui abbiamo un gioco di strategia più tradizionale che copre il periodo storico dal 1936 al 1950. E chi meglio del caro vecchio Benny per guidarci nelle imprese più mirabolanti.
    Siamo sicuramente uno dei paesi più “forti” del mondo, ma non siamo assolutamente al livello della Perfida Albione o degli altri grandi attori. Quindi il nostro scopo (sempre che non siate dei traditori a cui piace vincere facile che scelgono magari gli Stati Uniti) è quello di navigare a vista fra i perigli di uno dei periodi storici più difficili della storia. Ovviamente, per gli amanti del genere, è possibile mandare via Benny e chiamare Palmiro e soci: ma non è certo quello che avevo in mente io. In fondo ci è mancata solo un po’ di fortuna, tempismo e pallottole.
    La parte preponderante del gioco è la microgestione della composizione delle vostre divisioni, il loro movimento e la tecnologia che le accompagna al fronte oltre alle infrastrutture produttive e non che rendono la vostra Nazione una fucina di giovani petti come baluardo contro le demoplutocrazie giudaiche. Le “imprese” a disposizione sono tantissime, la più complessa è probabilmente la costituzione del “Novum Imperium Romanum” alla faccia dei Crucchi. Io preferisco cose forse ancora più estreme ma senza un vero riconoscimento da parte del gioco. Perchè se le vostre divisioni corazzate sbarcano a Tobruk e dopo sei mesi ricevete il messaggio che “nonostante la strenua resistenza alle ore 06.00 del 15 maggio 1941 Città del Capo è fascista!” significa che avete fatto bene il vostro mestiere. Uno degli unici punti forti dell’Italia è la sua ricerca nucleare e in genere in quelle che vengono considerate “wunderwaffe”. Quindi a partire dal “medio gioco avanzato” (1944 circa) potreste inviare i vostri potenti bombardieri Piaggio dotati di apposita bomba atomica sulle città nemiche o sulle teste di ponte dei demoplutogiudaici.
    E sgominare gli Americani che tentano uno sbarco con la vostra potente flotta guidata dalla Regia Portaerei Francesco Baracca (e altre tre sorelle con nomi altrettanto roboanti, perchè il Mar dei Coralli è dove arriva la civiltà Italica, della geografia me ne frego!) o dalle classiche e sempre validissime RN Vittorio Veneto o RN Roma è sempre molto divertente.
    Senza dimenticare la Decima, sempre in agguato col principe Borghese e i suoi centomila sottomarini.
    Gran finale col maresciallo Messe che cattura Mosca. E i Crucchi? Sono incazzati perchè non hanno lebensraum. Pazienza. Per definizione vendicheremo le legioni della selva di Teutoburgo. Avanti coi carri.
    Tutto molto romantico ma in realtà tutto basato su matematica questa volta: ogni territorio ha un fronte occupabile dalle truppe e ogni divisione occupa un determinato spazio a seconda della composizione (fanteria, artiglieria, meccanizzato, carri armati, anticarro, antiaereo eccetera). Ogni territorio ha la sua orografia e quindi esistono truppe speciali come gli Alpini, i Ranger, le SS che possono sfruttare al meglio determinati contesti.
    Essendo basato su “Clausewitz” è possibile iniziare la vostra partita da Crusader Kings 2, procedere poi per Europa Universalis IV, approdare a Victoria 2 e finalmente a HOI4: il tutto sempre utilizzando degli strumenti di conversione dei salvataggi.

    Ovviamente “affittatelo su internet” e non compratelo se potete. Ho parlato solo dell’Italia ma chiaramente è possibile scegliere anche l’Uruguay se così vi piace. (e temetelo il mio Uruguay Nazista: sono riuscito a respingere una invasione americana anche con quello).

Lascia un commento