Italiani in rivolta contro la dittatura del DPCM: boom denunciati

Condividi!

A Pasqua sarà divertente. Questo accade quando emani ridicole restrizioni.

Le persone sanzionate ieri dalle forze
di polizia per i divieti sugli sposta-
menti sono state 9.284 mentre venerdì,
il giorno precedente,erano state 8.187.

Dall’inizio delle prescrizioni i denun-
ciati sono stati oltre 182mila. Dall’11
marzo effettuati quasi 7 mln controlli.

E sono quelli individuati. Davvero pensate di tenere gli italiani chiusi in casa fino a dopo maggio?

Sia chiaro, il coronavirus esiste e servono precauzioni. Ma tra queste non c’è sigillare la gente in casa. E multare chi va a passeggio.

Sarà interessante vedere alla fine dove processeranno il milione di denunciati che farà ricorso. Immaginiamo sarà un grande assembramento anti-DPCM.




2 pensieri su “Italiani in rivolta contro la dittatura del DPCM: boom denunciati”

  1. Andranno fatti ricorsi di massa sino alla corte costituzionale e la corte europea dei diritti umani. Speriamo rimangano avvocati di calibro e patriotici capaci di portarle avanti sino in fondo.

  2. Come ha fatto Trump negli USA, ci vorrà una modifica costituzionale per permettere la pena di morte per tutti gli ufficiali dello stato traditori della patria, del popolo, e della costituzione.

Lascia un commento