Sbarchi boom: quadruplicati rispetto allo scorso anno, nonostante coronavirus

Condividi!

Nel mese di marzo, nonostante il coronavirus, gli sbarchi di clandestini sulle coste italiane non sono sensibilmente diminuiti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (241 nel 2020, 262 nel marzo di un anno fa), questo nonostante l’effetto coronavirus.

VERIFICA LA NOTIZIA

Questo fa capire quanto sia incapace questo governo. Incapacità che si comprende appieno se analizziamo i dati di tutto il 2020, dal 1 gennaio fino al 3 aprile.

Era già in rialzo del 948% nel mese di febbraio, poi sceso – proprio a causa dell’emergenza coronavirus – ad un comunque altissimo +433,2% di differenza tra quest’anno e il 2019, quando Ministro degli Interni era il leghista Matteo Salvini.

Insomma, il coronavirus per ora, tra tanti danni, ha almeno bloccato la politica dei porti aperti del governo.

E ad oggi sono 85mila gli immigrati ospiti in hotel.Vitto e alloggio pagato dagli italiani. Ci costa 100 milioni di euro al mese. Circa 1,2 miliardi di euro all’anno. Il triplo di quanto questo governo ha destinato al bonus spesa per i poveri. Che poi, come già detto, finirà anche questo agli immigrati.




Un pensiero su “Sbarchi boom: quadruplicati rispetto allo scorso anno, nonostante coronavirus”

  1. ma sanno benissimo e sono bene informati che le forze dell’ordine li annoverano degli intoccabili come da disposizioni governative. Come da piu’ parti scritto noi tappati in casa e loro a zonzo liberi come fringuelli. aggiungiamo che i provvedimenti sia economici che di sostegno sono prima varati per “essi” e poi I nostrani ed il quadro e’ completo. Non so’ voi ma io sono incazzato “nero”.

Lascia un commento