Sardine sono il partito delle tasse: “Ci vuole la patrimoniale”

Condividi!

Le sardine sono il solito partito delle tasse:




8 pensieri su “Sardine sono il partito delle tasse: “Ci vuole la patrimoniale””

  1. E tutti quei porci di leghisti, carogne di imboscati? Loro non sono più un partito? Si sono ritirati dalla politica… e quei cagasotto di forzanuova e casapound dove caxxo siete rintanati e silenti? Si sono dimenticati dell’onore e della Patria stracciata e vilipesa. Insensibili ai connazionali che muoiono non si sono dati nemmeno la pena di fare una misera piazza. Si poteva andare tutti con le maschere antigas! Per non parlare dei leccasuole pseudoantagonisti salvini e meloni miserandi approfittatori, lo stipendio però se lo beccano tutti i mesi!

  2. Non serve la patrimoniale, serve che tutti i cittadini paghino le tasse ognuno in proporzione al proprio reddito. Una vera e propria tassa marxista-leninista, che però non si sognerebbero di applicarla alle multinazionali.

    1. Bravo Werner, l’altro giorno scrivendo che in ogni dottrina, in ogni teoria, persino in quelle marxiste, ci può essere una verità, ebbene avevo paura di essere male interpretata, ma vedo che la pensi come me. La giustizia non sta sempre a destra e quasi mai a sinistra ma se volessimo avere la quintessenza della legislatura e riscrivere la costituzione, aggiornandola, dovremmo attingere ovunque purché la rettitudine e la giustizia questa volta prevalga.

  3. dalla sua faccia uno capisce le cazzate che potra’ dire, ovviamente lui è un morto di fame che non ha nulla, quindi la patrimoniale non lo tocchera’ in alcun modo, benissimo si metta per costituzione che chi non paga le tasse non ha diritto di parola, evidentemente non contribuisci al benessere dello stato quindi non hai voce in capitolo, e che in relazione alle tasse pagate uno ha il diritto di far pesare maggiormente il proprio voto! se io pago 10 e tu paghi uno il mio voto vale 10 ovvio!

Lascia un commento