Coronavirus, Governo ammette: “Impreparati, non ci aspettavamo così tanti malati”

Condividi!

Sul Covid-19 in Italia “eravamo impre-
parati, non è colpa di nessuno ed è
inutile recriminare”.Così Luca Richeldi
del Comitato tecnico scientifico (Cts)
in conferenza alla Protezione civile.

“C’è stata una impreparazione inevita-
bile iniziale”, perché !i primi dati
molecolari ci dicono che circolasse in
Italia i primi giorni di gennaio e il
primo caso diagnosticato è del 20 feb-
braio”. Certo, “non ci aspettavamo così
tanti malati, il virus ci ha trovato
sguarniti negli ospedali”,per questo
sono imprtanti i Dpi per i sanitari”.

Tipico di chi commette errore chiedere agli altri di “non recriminare”.

E non diciamo sciocchezze. Era il 5 gennaio quando eravate stati avvisati:

Documento incastra governo: sapeva dell’epidemia da inizio Gennaio

Ci si prepara sempre al peggio sperando per il meglio.

Il motivo: i tagli di 37 miliardi in Sanità mentre se ne ‘investivano’ 25 in accoglienza, con 6mila medici tagliati mentre si tengono ancora oggi 85mila fancazzisti in hotel, con centinaia di ospedali chiusi per aprire migliaia di centri di accoglienza.




5 pensieri su “Coronavirus, Governo ammette: “Impreparati, non ci aspettavamo così tanti malati””

  1. La cosa disturbante è che ancora mendicano dpi per i sanitari, ma non si rendono conto che solo quando tutti i cittadini potranno proteggersi adeguatamente finirà il flusso incessanti di malati, o quanto meno si ridurrà drasticamente. Mi viene il voltastomaco a pensare che un paese che fino a 20 anni fa avremmo categorizzato come appena uscito dallo stato in via di sviluppo come la Cina, oggi possa concedere ad un miliardo e mezzo di suoi abitanti tutte mascherine certificate industriali, mentre noi, cittadini di una grande potenza occidentale, siamo costretti a farcele a mano con la carta da forno e gli stracci! Alla fine Bonino e soci sono riuscite a farci diventare pezzenti come le loro adorate popolazioni extracomunitarie.

  2. @Marte Ultore,sono d’accordo. Infatti sta accadendo quanto auspicato dalla Boldrini.
    “I migranti oggi sono l’elemento umano, l’avanguardia di questa globalizzazione e ci offrono uno stile di vita che presto sarà molto diffuso per tutti noi”

Lascia un commento