Coronavirus: ciclista in mare per evitare multa invasati di Conte

Condividi!

A Otranto un ciclista, questa mattina, nel tentativo di sottrarsi ai deliranti controlli previsti dal Dpcm Covid-19 ed evitare una multa, ha preferito entrare con la bicicletta in mare e restare in acqua a lungo pur di non essere identificato dai poliziotti. Invitato più volte dagli agenti a uscire dal mare per essere identificato, il ciclista ha preferito restare a mollo per diversi minuti, ripetendo “non ho fatto nulla di male”. Alla fine, però, è dovuto uscire dall’acqua ed è stato identificato e multato.

Fosse arrivato col barcone finiva in hotel. Ma non vi vergognate a multare chi va in bicicletta, in una zona tra l’altro quasi non colpita dall’epidemia?

Siamo in presenza di invasati. Stare all’aria aperta, a distanza, fa bene, non si contagia né si viene contagiati da alcuno.




2 pensieri su “Coronavirus: ciclista in mare per evitare multa invasati di Conte”

Lascia un commento