Gli spaghetti al coronavirus: così gli arabi offendono l’Italia – FOTO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
L’offesa arriva agli Emirati Arabi per la precisione. La testata online GulfNews.com ha pubblicato, a corredo di un articolo oltremodo critico nei confronti della gestione italiana dell’epidemia, la foto che segue:

L’immagine ha scatenato l’ira dell’ambasciatore italiano ad Abu Dhabi, Nicola Lener, che in una lettera inviata al direttore del quotidiano Abdul Hamid Ahmad, ha scritto:

“Trovo inaccettabile che quell’immagine sia associata con l’idea che l’Italia possa ‘infettare’ l’economia europea. Lo scopo, niente affatto nascosto, di minare la credibilità del nostro Paese presso il pubblico di riferimento del giornale con un’immagine del genere è un’operazione di pessimo gusto, che offende nell’ordine tutti i malati di Covid-19 e tutte le vittime italiane; i dottori, gli infermieri e i professionisti impegnati nella battaglia contro il virus; i milioni di cittadini italiani che stanno affrontando questa emergenza e lo stop della maggior parte delle attività produttive con un grande spirito di unità nazionale”.

“Le istituzioni italiane – rincara l’ambasciatore italiano – con l’approccio incrementale richiesto a un sistema democratico, stanno affrontando con coraggio misure radicali per il contenimento del contagio, misure che stanno imitando Paesi in tutto il mondo e la maggioranza delle nazioni europee”. In questo difficile momento, l’Italia si aspetta “rispetto, solidarietà e supporto, non sciocche prese in giro”.

Il sito ha poi provveduto a togliere l’immagine.

Questi se non fosse stato per un liquido nero che gli scorre sotto i piedi erano ancora a bere piscio di cammello. Anzi, questo lo fanno ancora.




7 pensieri su “Gli spaghetti al coronavirus: così gli arabi offendono l’Italia – FOTO”

  1. L’Iran e’ sciita ed e’ colpito duramente.La Cina era nel mirino degli islamici da tempo.Gli italiani non si piegavano abbastanza velocemente.Ma nessuno ha notizie di epidemie negli stati sunniti del golfo.Arabia,Qatar e via dicendo non sembrano colpiti (o almeno io non riesco a trovare notizie)Quando il fumo si diradera’ forse vedremo piu’ chiaro.

Lascia un commento