Coronavirus, in Olanda non restano a casa: e la strategia funziona

Condividi!

La strategia del ‘contagio controllato’

Mentre la maggior parte del mondo è chiusa per coronavirus, gli olandesi stanno provando una strategia diversa per proteggere i vulnerabili dal coronavirus: mirano alla cosiddetta “immunità i gregge”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Mentre aspettiamo un vaccino o un medicinale, possiamo rallentare la diffusione del virus e allo stesso tempo rafforzare l’immunità di gregge in modo controllato”, ha dichiarato il primo ministro olandese Mark Rutte la scorsa settimana durante un aggiornamento su COVID-19.

Come molti altri leader mondiali, Rutte è ora impegnato a calmare i suoi cittadini. Ma è anche un pragmatico.

“La realtà è che nel prossimo periodo gran parte della popolazione sarà infettata dal virus “, ha aggiunto.

Quindi, diversamente dagli italiani, gli olandesi non sono bloccati a casa. Scuole e ristoranti chiusi, ma non è stata imposta una stretta distanza sociale. La gente è ancora nei parchi. Perché muoversi fa bene e rafforza la risposta immunitaria.

E la strategia sembra funzionare con poco più di 7mila contagiati. Proporzionalmente 1/3 di quelli in Italia.




Un pensiero su “Coronavirus, in Olanda non restano a casa: e la strategia funziona”

  1. l immunita’ di gregge è una emerita puttanata……

    funziona cosi TIZIO che è infetto va in una città con 100 abitazioni di cui 98 sono di persone che a loro volta non si possono infettare, lui gira gira gira e dice cazzo non infetto nessuno, a d un cereto punto si ferma ed entra in un bar… dove lavora il barista ed un avventore sta prendendo il caffe, il barista come l’avventore appartengono alle 2 famiglie che si possono infettare e, ed infatti si infettano tornana a casa ed appestano anche le loro famiglie, dopo 1 settimana sono tutti morti, ma il politico coglione ed analfabeta di turno urla felice ; il 98 % della popolazione risulta essere vivo siamo salvi, ma vaffanculo a ste teorie del cazzo , l’immunità di gregge prevede che rimangono vivi solo coloro che riescono a sopravvivere alla malattia una volta che si infettano e guariscono, GRAZIE AL CAZZO, io sono ingegnere e vi dico ma andate a fare in culo, la medicina non è una scienza esatta come la statistica (che non serve ad un cazzo!) , mettete le supposte alla cazzo di cane sperando che riusciate a beccarci! proprio ora che alla cieca provate vari farmaci alla vogliamosebene sperando che con qualcuno funzioni……. pecoroni!….. le pecore son buon quando fanno il formaggio, quando a pasqua si depositano su un letto di brace, e quando qualche femmina compiacente si mette a pecora!….. il gregge, si come no, affanculo!

Lascia un commento