Coronavirus, 8mila morti e boom contagi: hanno perso il controllo

Condividi!

L’impressione è che costringere le persone a casa tutto il giorno, spazio chiuso, invece di lasciarle uscire, stia facilitando la diffusione del virus. Anche perché chi lavora in ospedali e alimentari (e tante fabbriche) poi esce.

Nelle ultime 24 ore si contano 662 712 vittime e 6.153 nuovi contagiati che così sfondano la soglia degli 80mila.
E’ evidente che il governo sta sbagliando tutto.

Ricordiamo che ormai da giorni non cala il numero dei nuovi contagiati.

Coronavirus, nuova impennata di contagi in Lombardia: oggi sono 2.543 i nuovi positivi, 387 i morti.

Sono 34.889 i positivi al coronavirus in Lombarda, con un aumento di 2.543 casi in un giorno, mentre i decessi sono arrivati a 4.861, con un aumento di 387 vittime. Lo ha riferito l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. Sono 655 persone in più quelle ricoverate. I guariti sono 7.839 (+1.501).

E’ la provincia di Milano la zona che ha fatto registrare il maggior numero di nuovi positivi in Lombardia: sono infatti 848 i nuovi casi che portano il totale a 6.922. Ieri i nuovi casi positivi nella provincia di Milano erano stati 373, l’altro ieri 375.

Questi i dati complessivi resi noti oggi dalla Protezione civile per la Lombardia: 10.681 ricoverati con sintomi, 1.263 in terapia intensiva, 10.245 in isolamento domiciliare, 22.189 le persone totali attualmente positive, 7.839 i guariti, 4.861 i deceduti, 34.889 i casi totali e 87.713 i tamponi effettuati nelle regioni.

Bergamo, il sindaco Gori: «212 morti non contati». «A Bergamo, dall’1 al 24 marzo, i decessi dei residenti sono stati 446: 348 più della media degli ultimi anni (98). I decessi ufficialmente dovuti a #Covid19 nel periodo sono 136. Ce ne sono 212 in più». Lo scrive sul suo profilo twitter il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. «Con una mortalità all’1,5-2%, i contagiati in città sarebbero tra 17 e 23mila», conclude Gori.

A Brescia sono stati superati i mille morti per coronavirus. Solo tra città e provincia i decessi sono 999 ai quali vanno aggiunti i morti in Vallecamonica, che fa riferimento a Ats della montagna, che ieri erano 41. Con 166 morti e 1.072 positivi il capoluogo è il Comune più contagiato, seguito a Orzinuovi con 157 casi e 37 decessi.




13 pensieri su “Coronavirus, 8mila morti e boom contagi: hanno perso il controllo”

  1. Finché si ostineranno a non voler fare i tamponi anche ai sintomatici (ora non li fanno nemmeno a chi ha sintomi gravi finché non richiede l’ospedalizzazione), viaggeremo spediti verso la presunta ‘immunità di gregge’.

    1. Quanti mesi prima di sperimentare la fame?
      L’INPS garantisce le pensioni fino a Maggio.
      Il salario e gli stipendi dei lavoratori fino a quando la CIG?
      .
      Il commissario dice che i contagiati sono 600’000.
      Quindi la mortalità si riduce allo 1%.
      Forse aveva ragione BoJo prima maniera.
      In futuro saranno più i morti per conseguenza della follia di chiudere tutto.
      Meglio la soluzione naturale che quella indotta dalla politica.
      Chi scrive ha 70 anni.
      .
      https://www.ilsole24ore.com/art/dal-coronavirus-all-influenza-stagionale-ecco-tassi-mortalita-numeri-mano-ACQQd2IB
      .

  2. Considerato che le misure del governo giallofucsia si stanno rivelando (come prevedibile) fallimentari, a questo punto bisogna solo augurarsi che con l’aumento delle temperature in primavera ed estate, il virus muoia.

    1. Ho verificato il numero dei tamponi, bisogna anche considerare che oggi ne hanno fatti parecchi di più rispetto ai giorni scorsi. Considerato che per bocca dello stesso Borrelli ci saranno almeno 800 mila contagiati o più in realtà è normale che se finalmente verranno fatti più tamponi si troveranno una marea di nuovi positivi. Ciò che conta è il rapporto tra tamponi fatti e positività.

    2. @Marte Ultore
      Rapporto tra tamponi fatti e positività che poteva essere verificato se questo governo di cialtroni emeriti, invece di perdere tempo, far diffondere il virus e prendere misure tardive, avesse imposto di eseguire tamponi di massa e individuare i positivi per isolarli e metterli in quarantena. Invece no, le misure si stanno rivelando inutili. Comunque sembra di assistere a un film horror o di fantascienza, ma molto reale.

      @Lavinia666
      Guarda la mia é solo la speranza di uno che non é competente in medicina. Ma se é inutile, siamo fottuti.

  3. Questa sera un giornalista ha fatto una domanda insolita a quelli della “protezione” civile, voleva sapere esattamente quanti sono i malati stranieri, i morti stranieri e come mai i cinesi (secondo le sue fonti) non si ammalano qua in Italia, e non muoiono.
    Purtroppo sono andata di là pochi secondi per recuperare un pentolino che nel frattempo era bruciato e quando sono tornata non ho sentito la risposta. Non credo ce ne sia stata una coerente, credo che abbia sviato il discorso. Questo tipo particolarmente stronzo sostituiva Bertolaso, accettava solo complimenti dai giornalisti, quando le domande erano scomode li trattatava a pesci in faccia.

    1. È noto che i cinesi in Italia non muoiono mai….
      … Profughi e clandestini sono pure categorie che se si chiede, sei solo razzista… …. Mi sorprende invece che le ong non siano partite in gran tromba per la libia a controllare i loro prediletti rimasti sulla spiaggia. Forse non vogliono aiutarli là, e soprattutto non vogliono scoprire che sono contagiati, e poi forse non vogliono beccarselo da bun Samaritan i quali sono.

      1. Joshua, ho trovato la registrazione in internet, facevano notare che i cinesi hanno chiuso quasi subito le loro attività e si sarebbero barricati in casa. Questo sarebbe il motivo per cui non si sono ammalati.
        In effetti avevo postato qua parecchio tempo fa, che un parrucchiere cinese aveva chiuso “per precauzione” così citava il biglietto sulla saracinesca. Era in risposta ad un post di Marte che aveva ipotizzato che avessero liberato spore di antrace e io dissi che i capelli, come i peli di animale, sono concentrati di carbonchio…e questa poteva essere la spiegazione alla chiusura dei coiffeur.

  4. Secondo me dovremmo smettere di cercare il xché e il xcome sia arrivato, piuttosto, come destituire queste merde rosse al potere e sbattere la porta in faccia all’europa tanto forte da frantumarle il grugno!

Lascia un commento