Coronavirus, a Milano immigrato infetto fugge da quarantena

Condividi!

La polizia di Stato ha denunciato – denunciato! – ieri pomeriggio a Milano, in zona Piazzale Loreto, un uomo che non ha rispettato l’obbligo di quarantena. Il cittadino, uno straniero, stava transitando nella zona, quando è stato sottoposto a controllo dai poliziotti della squadra Mobile, che concorrono, unitamente a tutti gli equipaggi della Questura di Milano, al controllo del territorio per il rispetto delle prescrizioni imposte dal decreto governativo sull’emergenza Covid-19.

VERIFICA LA NOTIZIA

Gli accertamenti hanno appurato che l’immigrato era stato dimesso da un ospedale cittadino in quanto risultato positivo al Coronavirus, con obbligo di quarantena nel proprio domicilio.

Intanto in Lombardia i contagi esplodono nuovamente. Qualcuno pensa di fermare la diffusione del virus impendendo ai sani di uscire di casa mentre gli infetti vengono dimessi con la promessa che resteranno a casa? Auguri.

E poi: un positivo che esce di casa va arrestato, non denunciato come uno che passeggia. Anzi, va giustiziato sul posto per tentato omicidio.




3 pensieri su “Coronavirus, a Milano immigrato infetto fugge da quarantena”

Lascia un commento