Bergamo: “Famiglie decimate dal coronavirus, i dati ufficiali nascondono verità”

Condividi!

Daisy Pirovano, sindaco di Misano, comune in provincia di Bergamo: “Ci sono stati grandi ritardi, lavoriamo in rete con tutti i sindaci per ovviare le lentezze dello Stato. Abbiamo anticipato la chiusura dei negozi convincendo la gente e le fabbriche”.

“I dati ufficiali non corrispondono al numero dei decessi. Qui abbiamo famiglie decimate”. Parole drammatiche, un pugno nello stomaco. Infine, la Pirovano chiude ricordando che, oggi, “il nostro motto è salviamoci da soli”.




3 pensieri su “Bergamo: “Famiglie decimate dal coronavirus, i dati ufficiali nascondono verità””

  1. Non vorrei che in caso di fine dell’emergenza, qualora la popolazione di Bergamo e provincia risultasse troppo ridotta, non si mettono a dire che é necessaria più immigrazione per ripopolare la zona. Con la provincia di Brescia condivide il triste primato di provincia più infestata dall’immigrazione, in particolare afroislamica, con quasi il 20% di stranieri residenti.

Lascia un commento