Inps cambia idea: “Ci sono i soldi per pagare le pensioni”, forse

Condividi!

La frase del presidente grillino dell’Inps in tv gela milioni di pensionati. Poi la spiegazione e l’intervento di Tridico

Quel passaggio “fino a maggio” ha creato non poche perplessità e dubbi sia tra gli stessi pensionati che tra gli stessi sindacati che hanno immediatamente puntato il dito contro il numero uno dell’Istituto: “Spiace constatare in questa fase di così grande emergenza l`atteggiamento incauto da parte del presidente dell`Inps, Pasquale Tridico, che in diretta tv ieri sera paventava un rischio di liquidità da maggio per il pagamento delle pensioni”, aveva commentato il segretario generale dello Spi-Cgil, Ivan Pedretti, aggiungendo che “il suo allarmismo non serve e rischia di mettere in apprensione milioni di pensionati, peraltro già pesantemente colpiti dalle conseguenze del virus. Il presidente pensi piuttosto a come fare per evitare che ciò accada e si risparmi queste uscite inutili e dannose”. Sono bastate poche ore di agitazione da parte del fronte sindacale e da parte di milioni di pensionati “gelati” da quelle parole in tv per costringere lo stesso Tridico a metterci una “pezza”. Intervenendo ai microfoni di Uno Mattina, il presidente dell’Inps ha affermato: “L’Inps ha tutta la liquidità necessaria per far fronte a tutti i bonus e le indennità previste dal decreto Cura Italia e questo non pregiudica il pagamento delle pensioni”.

Ma davvero, pensate che tenendo chiusa l’Italia per altre settimane, ci saranno soldi per pagare le pensioni? Per essere brutali, chi è contro la quarantena direbbe questo: al di là della situazione lombarda che è ‘speciale’ perché lì il virus cova da due mesi sotto traccia, nel resto del Paese si è deciso di non lasciare morire chi morirà comunque tra qualche mese, bloccando tutto. Rischiando di far morire più persone per la prossima catastrofe economica.

Forse non è del tutto vero. Ma la seconda parte lo è del tutto.




Un pensiero su “Inps cambia idea: “Ci sono i soldi per pagare le pensioni”, forse”

  1. Sin dalla prima settimana avevo fatto un conto “alla carlona” considerando non le pensioni d’oro, ma soltanto quelle mediocri e minime, facendo una media venivano fuori cifre di tutto rispetto già allora. Figuriamoci alla conclusione di questa brutta vicenda se ci mettiamo anche quelle più…consistenti.

Lascia un commento